Tempo di lettura: 1 minuto

figc e serie BLECCE (di M. Cassone) – I campionati sguazzano nell’incertezza della bufera dei ripescaggi; nulla di fatto nemmeno ieri. La FIGC ha deciso di “non decidere” ancora e ha rimandato tutto al 28 agosto, a poche ore dal fischio di inizio della nuova stagione agonistica. Tutto sembra avvolto nel mistero più assoluto e nessuno conosce come sarà stilata la graduatoria che non è stata resa nota nemmeno ieri.

Lecce, Catanzaro, Novara, Juve Stabia, Reggina, Como, Vicenza, Pisa, Salernitana, Gubbio, Benevento Cosenza, Foggia e Matera hanno presentato le domande per chiedere il ripescaggio nella serie cadetta. Le ultime tre sono state escluse oggi dalla graduatoria che sarà resa nota giovedì perché nella scorsa stagione non militavano nella Prima Divisione.

La città che fa meno rumore è proprio Lecce; i salentini sembra che abbiano steso un velo pietoso sull’intera vicenda ma sarebbero pronti a festeggiare l’eventuale risultato “magico”, accogliendo la notizia (remota) con grande gioia.

Mentre il Presidente della Lega Pro rassicura su TuttoLegaPro che il “suo” campionato partirà regolarmente, l’ipotesi che le società interessate chiedano il rinvio della prima giornata diventa sempre più probabile.

Ora l’appuntamento per saperne di più e capire il futuro della serie cadetta è per mercoledì, quando sarà stilita la graduatoria. Allora si capirà chi potrà accedere alla serie B, anche se comunque bisognerà aspettare giovedì per conoscere il verdetto del ricorso del Novara contro la FIGC contro i criteri adottati per il ripescaggio in B, con il Collegio di Garanzia del CONI chiamato a decidere.

È tutto difficile, eppure sarebbe bastato poco per non fare accadere tutto ciò.

 

 

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.