Tempo di lettura: 4 minuti

corpoLECCE (di Italo Aromolo e Renzo Laborante) – Se un giorno il mondo funzionasse come il corpo umano, scomparirebbero finalmente guerre, povertà e criminalità: tutte le componenti collaborerebbero al bene comune, nessuno si approprierebbe di più del dovuto e ciascuno si preoccuperebbe dei pericoli altrui, perché in clima di collaborazione tutti sanno che il bene dell’uno non può prescindere dal bene degli altri. Il corpo umano funziona esattamente così: è una “macchinaquasi perfetta, la più antica, la più naturale ma, soprattutto, la più efficiente: movimenti, segnali e cambiamenti si integrano in attimi brevissimi e in spazi microscopici per sintetizzarsi in uno spettacolo che altro non è che la vita. Per conoscere meglio alcuni dei sorprendenti meccanismi alla base del funzionamento del nostro corpo, vi proponiamo i suoi numeri migliori, accompagnati da simpatici paragoni che permettano di cogliere la portata della sua armoniosa complessità.

1200. È il numero di volte che tutto il DNA (Acido Desossiribonucleico) del corpo umano, se disteso, percorrerebbe il tragitto Terra-Sole, pari a 150 milioni di chilometri. Per svolgere la sua funzione in uno spazio microscopico come il nucleo delle cellule, il DNA subisce un processo di fortissima compattazione, raggomitolandosi su se stesso e diventando anche 20.000 volte più piccolo rispetto alla sua forma distesa.

Corpo-umano28. I giorni che impiega la pelle per rinnovarsi completamente. Ogni ora milioni di cellule epidermiche desquamano dalla nostra superficie corporea senza che ne abbiamo la minima percezione: dopo quattro settimane, sono state completamente sostituite da cellule neo-sintetizzate. Non siamo così diversi da rettili e insetti: è come se facessimo una muta ad azione lenta e graduale.

100.000. I chilometri di lunghezza del sistema circolatorio tra arterie, vene e capillari: si farebbe ben prima a percorrere 10 volte il diametro della Terra.

100 i miliardi di cellule tumorali che ogni giorno si sviluppano nel corpo umano. Nella norma, nessuna di queste è effettivamente causa di un cancro, altrimenti la specie umana si sarebbe estinta e non da poco. Come mai? Semplice: quando una potenziale cellula tumorale riconosce un malfunzionamento nel proprio processo di crescita, attiva dei meccanismi di autodistruzione che le impediscono di proliferare: così, l’integrità dell’organismo è preservata.

160. È la quantità di litri di sangue filtrata da entrambi i reni in un solo giorno: se tutto il liquido filtrato fosse effettivamente escreto, potremmo urinare fino a riempire qualcosa come 500 lattine di Coca-Cola. Invece il corpo umano – saggio economo nel trattenere tutto ciò che possa tornare utile al proprio metabolismo – riassorbe nel circolo sanguigno gran parte del liquido filtrato, riservandosi di espellerne in forma di urina appena un litro, meno dell’1% della quantità passata al vaglio.

corpo umano720. Velocità di crociera in chilometri orari di un aereo di linea? Non solo, si tratta anche della massima velocità a cui può viaggiare l’impulso nervoso. Ogni forma di attività mentale (memoria, apprendimento..) è il risultato dell’elaborazione degli impulsi nervosi che i neuroni si scambiano a velocità supersoniche.

7. Le tonnellate di peso (quanto un dinosauro!) che può sopportare senza rompersi uno dei 267 tendini del nostro organismo. In realtà, queste strutture – deputate al collegamento tra ossa e muscoli – subiscono forze particolarmente intense anche durante le normali attività quotidiane: si calcola ad esempio che, durante la corsa, il tendine d’Achille sia soggetto ad una forza pari circa ad una tonnellata.

1,2. I watt di potenza del cuore, paragonabile in termini energetici ad una lampadina a basso consumo. Lavorando per un’ora, il cuore produce tanto lavoro da poter sollevare di un metro una Fiat Punto: esiste miglior altra forma di energia rinnovabile?

100.000. I miliardi di microrganismi che popolano il nostro apparato gastro-intestinale: secondo gli studiosi, sarebbero sei volte di più delle cellule dello stesso corpo umano. Niente paura, si tratta di batteri benigni che stabiliscono una relazione di reciproco aiuto con l’organismo ospitante: in cambio di protezione e nutrimento, svolgono una pletora di funzioni fondamentali per la salute e il benessere dell’uomo, come la sintesi di alcune vitamine, la regolazione delle difese immunitarie, la metabolizzazione delle calorie e la protezione da microrganismi patogeni esterni introducibili con l’alimentazione.

40. I milioni di spermatozoi mediamente presenti nell’eiaculato di un uomo fertile. In una sola emissione di liquido seminale sono presenti più potenziali esseri viventi di quanto non siano attualmente gli abitanti della Polonia. Ma non sorprendiamoci: c’est la vie.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.