Tempo di lettura: 2 minuti

Antonio Tramacere 2ARADEO – È ripartito lunedì scorso il sogno dell’Atletico Aradeo, club neo-promosso in Seconda categoria, che si porta appresso l’entusiasmo della tifoseria aradeina per i risultati sportivi raggiunti nella passata stagione. Un entusiasmo dimostrato fin dalla prima seduta d’allenamento alla quale hanno partecipato numerosi supporters giallorossi.

Proprio in virtù dei successi ottenuti nel campionato 2013/2014, lo staff tecnico dell’Atletico Aradeo è stato riconfermato in blocco dalla proprietà, si tratta di mister Tundo, del preparatore Galiotta e dell’allenatore dei portieri, il veterano Vinicio Longo (storico portiere dell’Aradeo ai tempi della straordinaria impresa del 1997/’98 che culminò con la vittoria del Campionato di Eccellenza).

arataionÈ vero che si sia soliti pensare sempre al futuro, ma il calcio ad Aradeo ha radici profonde, un passato importante e glorioso che è  confermato dalle foto inserite proprio in questo periodo sul sito internet arataion.it nella sezione “sport“. Una galleria fotografica in cui è ritratto il vecchio stadio, edificato lungo la strada per Neviano, tra gli anni ’50 e ’60.

Antonio Tramacere
Antonio Tramacere

La squadra al completo si è intanto riunita per dare il via alla preparazione per il Campionato regionale di 2^ Categoria che prenderà il via il prossimo 28 settembre, ma prima l’attende l’impegno in Coppa Puglia del 21 settembre.

Fitto quindi il calendario degli impegni come pure le numerose le novità in carniere: ha infatti riscosso molto successo il lancio della campagna abbonamenti all’insegna dello slogan “Prima la passione” promossa on-line, insieme al concorso “selfati” e vinci, (sottoscrivendo l’abbonamento, scattando una foto e pubblicandola su Facebook, si può partecipare all’estrazione di un kit abbigliamento ufficiale).
Il presidente del sodalizio giallorosso, Antonio Tramacere, ha affermato entusiasta: “Non ci sono segreti in un gruppo solido come il nostro; c’è solo tanto lavoro e tanta dedizione; quello che arriva è solo il frutto di ciò che si semina. Poi, il contorno fa la differenza. Basti pensare che i tifosi erano già presenti all’inizio della preparazione dei ragazzi. Questo sarà un campionato difficile, bisogna aspettare gennaio per capire dove si può arrivare. La ‘rosa’? Ci stiamo ancora lavorando“.             
Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.