Tempo di lettura: 2 minuti

PerroneLECCE (di Pierpaolo Sergio) – Anche attraverso un post pubblicato oggi sul suo profilo ufficiale Facebook, il sindaco di Lecce, Paolo Perrone mette in chiaro la posizione dell’amministrazione comunale del capoluogo salentino da lui guidata in merito alla prossima festa patronale di fine agosto scrivendo così: “Non vogliamo sponsorizzazioni private che causino polemiche intorno alla festa di Santu Ronzu nesciu. Non ci interessa esporla alle critiche, anche a costo di avere meno soldi in cassa“.

Il primo cittadino leccese non la cita mai espressamente, ma il riferimento appare più che chiaro. A Lecce non si dovranno ripetere e registrare le roventi polemiche legate alla sponsorizzazione di feste civili o religiose in onore di santi patroni da parte della TAP, ossia il Trans Adriatic pipeline, il gasdotto che si vorrebbe realizzare nei pressi di San Foca per trasportare gas dall’Azerbaijan fino in Europa senza transitare, o dipendere da infrastrutture controllate dalla Russia, come accaduto di recente in altri centri del Salento.

In una nota ufficiale, Perrone dichiara: “Confermo che non esiste, al momento, alcuna offerta ufficiale della Tap. Penso che la festa patronale dei Santi Oronzo, Giusto e Fortunato, momento di tradizione e cultura religiosa cui i leccesi sono affettivamente legati, non meriti di essere messa al centro di polemiche di questo genere. É per questa ragione che considero inopportuno accettare sponsorizzazioni provenienti da privati che prestino il fianco a critiche di questo genere. Apprezzo il lavoro del Comitato, finalizzato al reperimento di risorse da parte di privati, ma ribadisco che la festa di ‘Santu Ronzu nuesciu’ deve essere messa al riparo da critiche e polemiche anche a costo di avere meno soldi in cassa“.

Comitato NO TAPNelle scorse settimane accesi dibattiti e faccia a faccia con toni poco amichevoli si erano già verificati sia a Galatina, dove i festeggiamenti in onore dei Santi Pietro e Paolo erano stati sponsorizzati dalla TAP, così come a Scorrano, per le scenografiche luminarie a luci a led in onore di Santa Domenica.

Il comitato No-TAP e numerosi cittadini si erano mobilitati per chiedere che i vari comitati feste patronali sparsi sul territorio non cedano alla “tentazione” di svendere la fede religiosa e popolare, oltre che il territorio per un pugno di soldi alla multinazionale interessata alla costruzione dell’infrastruttura.

I vari commenti che si possono leggere al post del sindaco sul social network sono quasi tutti di approvazione per la posizione espressa da Paolo Perrone, eppure non manca chi, in nome della possibilità di rivedere una festa di Sant’Oronzo più ricca di luminarie e di bancarelle, sarebbe tutto sommato favorevole alla possibilità che le feste patronali di Lecce siano sponsorizzate dalla TAP.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.