Tempo di lettura: 3 minuti

Miccoli e Papini festeggiano golLECCE (di Carmen Tommasi) – In casa Lecce ci sono valigie già pronte, da disfare e altre ancora da rifare. Prima di concentrarsi sul mercato in entrata, però,  il diesse Antonio Tesoro è impegnato nel sistemare le situazioni dei calciatori di ritorno dai prestiti, di quelli in scadenza di contratto e di coloro che andranno verso il rinnovo.

DI PROPRIETÀ – Sono dieci gli elementi della stagione appena conclusa ancora sotto contratto e con il cartellino di proprietà della famiglia Tesoro. Si tratta di Giuseppe Abruzzese (il difensore centrale di Andria rimarrà nel Salento, anche perchè ha espresso la sua ferma volontà di continuare la sua avventura in giallorosso), Dario D’Ambrosio, Gilberto  Martinez (“El Tuma”, in scadenza nel 2015, potrebbe cercare sistemazione altrove se non dovesse trovare le giuste motivazioni per restare), Nicolas Amodio, Mariano Bogliacino (non è detto, però, che i due uruguaiani rimangano ancora alla corte di Lerda per la prossima stagione), Stefano Salvi, Romeo Papini (questi ultimi due sono stati i primi che hanno firmato il prolungamento), Dario Barracco, Tommaso Bellazzini e Filippo Perucchini (il portierone bergamasco è stato riscattato interamente dal Milan).

IN SCADENZA – Potrebbero lasciare il Salento per fine prestito o per scadenza di contratto Miccoli, Caglioni, Petrachi, Rullo, Sacilotto, Sales, De Rose (Reggina), Ferreira Pinto, Doumbia (Parma),Vinetot (Genoa), Diniz, Zigoni e Beretta (questi ultimi tre del Milan). Tra questi, il diesse Antonio Tesoro vorrebbe trattenere il baby talento Giacomo Beretta, Abdou Doumbia, Nicholas Caglioni, Marcus Diniz, Walter Lopez e Simone Sales, mentre potrebbe essere del tutto conclusa l’esperienza con la maglia giallorossa per Ferreira Pinto, Gabriel Sacilotto (la qualità e le doti tecniche del giocatore piacciono molto sia a Lerda che al suo staff, ma è da valutare se il centrocampista si sia del tutto rimesso fisicamente), Erminio Rullo (il terzino sinistro napoletano, però, ha voglia di rimanere, perché ormai legato profondamente ai colori giallorossi ed è possibile che resti ancora legato con il club di Piazza Mazzini) e per Davide Petrachi (il portiere di Melendugno ha voglia di giocare ed è in cerca di una chiamata per accasarsi altrove).

FINE PRESTITO – Ritorneranno alla base per fine prestito per poi essere girati altrove Max Benassi (il portiere piace a vari club di B, tra cui il Bari), Bleve, Kalombo, Falco, Falcone, Malcore, Tricarico e Palumbo (quest’ultimo potrebbe, però, partire in ritiro con la formazione allenata dal tecnico piemontese). Da definire, invece, il destino di Ledian Memushaj e Leonardo Nunzella (i due se non dovessero venire riscattati rispettivamente da Carpi e Lanciano torneranno a Lecce, mentre il difensore centrale Sebastiano Luperto è stato riscattato dal Napoli).

CAPITANO INCERTO – Ancora in stand-by il futuro di capitan Fabrizio Miccoli, deluso e amareggiato per un finale di campionato non andato esattamente come lo aveva sognato e desiderato. Il contratto dell’attaccante di San Donato, 35 anni il prossimo 27 giugno, prevedeva una clausola di permanenza (rinnovo automatico) in caso di promozione in serie B. L’ex Palermo, 14 gol stagionali, è ancora indeciso sul da farsi, ma la sensazione è quella che l’accordo con la famiglia Tesoro per la sua permanenza in giallorosso sia molto vicino.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.