Tempo di lettura: 3 minuti

Lerda con Antonio e Savino TesoroLECCE (di Carmen Tommasi) – Dopo la fiducia accordata a Franco Lerda dalla famiglia Tesoro con la firma di un annuale, e in attesa di presentare ricorso alla Corte di Giustizia Federale nei confronti della maxi squalifica fino al 31 dicembre al tecnico piemontese, il club di Piazza Mazzini, dopo i graditi rinnovi contrattuali a Stefano Salvi e Romeo Papini, ha messo a segno un altro colpo risolvendo a proprio favore la compartecipazione col Milan per il portiere Filippo Perucchini. Il gigante bergamasco, corteggiato dalla Samp, titolare nella prima parte della scorsa stagione prima dell’arrivo a gennaio di Nicholas Caglioni (il prediletto dell’allenatore piemontese e pronto al rinnovo), ha perso il posto per scelta tecnica e non di certo per demeriti sul campo.

Ora è da decidere chi dei due difenderà i pali giallorossi per la prossima stagione e nel frattempo sono ritornati nel Salento per fine prestito, Max Benassi e Marco Bleve, entrambi di proprietà del Lecce, ma per il primo può dirsi definitivamente chiusa la sua esperienza in giallorosso e a cui verrà trovata una sistemazione altrove.

In questi giorni, si valutano anche varie situazioni su chi potrebbe rimanere o andare via: una di queste è quella di Simone Sales a gennaio vicinissimo all’Aquila, ma rimasto alla corte di Lerda solo per un cavillo burocratico che ha impedito il trasferimento. Il terzino destro di Sanarica, 14 presenze in campionato, potrebbe rimanere ancora in giallorosso, ma potrebbe anche essere destinato altrove per trovare più spazio. Con Dario D’Ambrosio in fase di recupero del delicato infortunio alla caviglia e Marcus Diniz (il brasiliano ha espresso la sua ferma volontà di rimanere) adattabile sulla destra, l’ex Cremonese  potrebbe essere chiuso dai due.

A sinistra, sempre in difesa, Erminio Rullo potrebbe non restare: il terzino di Napoli, classe ’84,  rimarrebbe pure perchè ormai legato ai colori sociali. Ma “Ermi” uomo spogliatoio e salentino adottato, con Walter Lopez, che avrebbe espresso la propria volontà di continuare la sua avventura nel Salento, troverebbe davvero poco spazio.  Invece, Giuseppe Abruzzese, ex capitano del Crotone, resta a Lecce. Si potrebbe partire, quindi, dal difensore di Andria al centro della difesa in coppia con Gilberto Martinez (sempre se il costaricano dovesse trovare le giuste motivazioni per la prossima stagione), mentre Kevin Vinetot torna al Genoa per poi essere girato in prestito altrove. In stand-by anche la posizione di capitan Fabrizio Miccoli, corteggiato da vari club esteri, ma ancora in pausa di riflessione sul suo futuro: il bomber di San Donato, 35 anni da compiere il 27 giugno, deciderà a giorni sul da farsi.

Sul fronte entrata piacciono per l’attacco Felice Evacuo, classe ’82, del Benevento e per la mediana Marco Mancosu, versatile centrocampista di prospettiva e ben adattabile al 4-2-3-1 del tecnico di Fossano.

Ora la priorità in casa Lecce, però, è quella di risolvere la questione allenatore e decidere chi andrà in panchina (LEGGI QUI) al posto di Lerda che, a meno di una sostanziale riduzione della squalifica, dovrà vedere le partite della sua squadra in tribuna per quasi sette mesi.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.