Tempo di lettura: 1 minuto

Diniz, leccezionale.itLECCE (di Car. Tom.) “Abbiamo massacrato i nostri avversari: purtroppo siamo stati sfortunati sul gol subito che, poi, è stata una deviazione di uno nostro difensore, ma alla fine il pari è ingiusto, perché la partita l’abbiamo fatta noi”: così il difensore brasiliano Marcus Diniz  a caldo nel post match di Lecce-Frosinone, gara valida per la finale d’andata playoff  pareggiata 1-1 dai giallorossi. L’ex Milan, riportato contro i ciociari nel suo ruolo naturale al centro della difesa complice anche l’infortunio a Kevin Vinetot, è già concentrato sul match di ritorno di sabato 7 giugno”: “Andremo al Matusa per fare nostra la partita e per la vittoria, anche se ci aspettiamo un match duro, perché loro sono una squadra tosta e fisica. Dobbiamo giocare tutti per la squadra. In campo oggi abbiamo fatto quello che ci ha chiesto il mister e non possiamo rimproverarci nulla”, conclude il brasiliano.

Giacomo BerettaConcorda con il compagno di squadra anche Giacomo Beretta:Abbiamo fatto la nostra partita e abbiamo dato del nostro meglio, ma peccato per come è finita. Il calcio purtroppo è fatto di episodi. Cosa ci è mancato oggi? Solo il risultato. Siamo fiduciosi e determinati: la promozione in serie B è ancora tutta da giocare. Ora andiamo a Frosinone –spiega l’attaccante giallorosso- per fare la nostra partita  senza paura. Il rigore su di me? Era netto”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.