Tempo di lettura: 2 minuti
6962683d668c3dd7370401742272f87e_XL
Fabio Brini, foto web

Fabio Brini, mister playoff ha parlato a poche ore del match contro il Lecce di Lerda, rispondendo anche a Papini, suo ex calciatore a Carpi ed ora in forza ai salentini: “Papini Ha detto che faccio giocare le mie squadre dietro la linea della palla? È la verità e lui è uno di quei giocatori che in passato lo ha fatto bene. Sicuramente avrà usato un tono scherzoso”.

Sull’altro ex di giornata Fabrizio Melara, non al meglio, il tecnico ha detto: “Verificheremo le sue condizioni domani mattina, per noi è un giocatore importante ma non ci dimentichiamo che c’è Campagnacci che ha dimostrato di star bene ultimamente. Metterò in campo chi sta al 100 per 100 senza pensare a chi non c’è o oppure ai diffidati. Ora conta la partita del Vigorito, senza dimenticare che eventualmente ci sono giocatori come Espinal, Agyei e Doninelli che sono in netta ripresa”.

Il pensiero di Brini sui salentini: “Il Lecce non sarà la squadra vista contro il Pontedera, in quell’occasione i pugliesi, a mio avviso, hanno peccato di troppa sicurezza. Ma non ci dimentichiamo che hanno individualità importanti e in queste gare anche un singolo episodio può costare caro. Abbiamo un gioco simile. Dal canto nostro dovremo puntare tutto sull’equilibrio, non ci sarà bisogno di altro. Sinceramente il Lecce non mi fa paura. Sta a noi interpretare bene la gara, poi se i nostri avversari faranno i fenomeni, beh sarò il primo ad applaudirli. Abbiamo preparato questa gara come abbiamo già fatto in precedenza, prima di Catanzaro, perché al di là del fatto che si giocheranno due partite, andata e ritorno, noi dovremo pensare ad un obiettivo alla volta seguendo la strada che è stata tracciata. Sarebbe sbagliato interpretare la partita a ritmi blandi. Chiaramente c’è più tensione rispetto al passato, conterà non trasformarla in nervosismo per non favorire gli avversari”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.