Tempo di lettura: 2 minuti

Lerda mani in tascaLECCE (di Carmen Tommasi) – Emozioni forti di quelle che tolgono il respiro. Di quelle in cui fino all’ultimo non sai come andrà a finire. Lecce-Pontedera è stata tutto questo e anche oltre, una gara sofferta fino alla fine, in cui il Lecce di Franco Lerda è riuscito a passare il turno solo dopo i tanto temuti calci di rigore. Lo sa bene l’allenatore giallorosso che a fine gara è ancora emozionato, ma analizza con molta lucidità la prestazione dei suoi:”Il passaggio del turno ci serve come anticorpo per la brutta prestazione fatta vedere – ha dichiarato il tecnico di Fossano – Abbiamo forse giocato la nostra peggiore partita stagionale, ma siamo riusciti a conquistare la semifinale contro un ottimo Pontedera che ci ha messo in difficoltà per tutta la partita. Della nostra gara salvo il risultato, perché per il resto, soprattutto nella prima mezz’ora, abbiamo sbagliato anche le cose più semplici”.

GRANDE GRUPPO – L’ex Toro fa comunque i complimenti ai suoi per averci creduto fino alla fine: “Nella prima mezz’ora abbiamo giocato male e siamo scesi in campo troppo contratti sbagliando le cose più semplici. Il Pontedera è stato più brillante di noi e siamo consapevoli che in questa gara avrebbero meritato di più i toscani. Loro hanno meritato più di noi, ma onore ai miei ragazzi che hanno dato tutto in campo nonostante una serie di acciacchi che li hanno condizionati. Bellazzini si sapeva già che non sarebbe stato al meglio, Lopez e Diniz hanno avuto i crampi. Doumbia? Lui è uscito per un indurimento al polpaccio e sono ancora da valutare le sue condizioni”.

TANTA SOFFERENZA – Il tecnico giallorosso ammette che contro i toscani oggi la sua squadra ha sofferto più del dovuto: “Siamo stati sotto pressione sino all’ultimo calcio di rigore e questo dall’inizio della partita, perchè i nostri avversari hanno calciato per primi andando sempre a segno. Caglioni? Oggi lo avete visto veramente parare; eh sì, ha parato (sorride, ndr). Ripartiamo da questi otto rigori su otto segnati per preparare nel migliore dei modi la prossima gara di Benevento: dobbiamo ripartire dallo spirito di sacrificio che abbiamo mostrato oggi”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.