Tempo di lettura: 3 minuti

Mattia Persano 2CATANZARO LIDO (di Gabriele De Pandis) – La bellissima cavalcata della “Berretti” giallorossa non poteva che chiudersi con una vittoria. I Pasculli-Boys, già da tempo sicuri del primo posto nel girone E del campionato “Berretti”, vincono e convincono per 1-3 in quel di Catanzaro contro uno dei settori giovanili più floridi del campionato. In terra calabrese la vittoria è stata firmata da Mattia Persano ed Andrea Cicerello, due colonne della squadra di Pedro Pablo Pasculli: il bomber giallorosso è stato il firmatario della doppietta che ha incanalato il match nella direzione preferita dal Lecce, e il funambolico esterno, reduce dall’esperienza in Kenya con la maglia della Nazionale Under 19 di Lega Pro, è stato prima la spina del fianco dello schieramento catanzarese e poi l’autore del definitivo colpo in chiusura di match.

Primo tempo– La partita è cominciata con una sostanziale situazione di equilibrio, in quanto la squadra calabrese ha avviato i 90’ con un asfissiante pressing sul possesso di palla leccese. L’arrembante inizio sul piano fisico delle Aquile si è pero rivelato un fuoco di paglia: i Pasculli-Boys hanno preso subito possesso del piglio del gioco ed il centrocampo leccese ha spadroneggiato sul piano della manovra. I due centrali Monaco e Risolo e i tre trequartisti Moriero, Montinaro e Cicerello hanno imbastito tantissime azioni, sia sulle vie laterali sia nel cuore del campo. Il fisiologico effetto dell’accelerata leccese è stato lo 0-1, giunto intorno al 25’, di Mattia Persano: l’ariete di San Donato ha finalizzato nel migliore dei modi con un destro sul primo palo un’azione partita dai piedi di Marco Fersini, bravo a manovrare a sinistra per poi crossare al centro, e continuata da Andrea Risolo, efficiente nella difesa del pallone in area. Il vantaggio ha dato ancor più sicurezza ai Pasculli-Boys, caparbi nel cercare subito il raddoppio con Montinaro e Cicerello, e con due tiri da fuori di capitan Monaco e Risolo. L’insistenza offensiva, ed il maggior tasso di pericolosità, del Lecce ha portato al raddoppio prima del riposo, a firma ancora di Mattia Persano: questa volta l’attaccante della “Berretti” giallorossa ha calibrato al meglio una punizione spentasi di giustezza in rete, non lasciando speranze al portiere catanzarese.

Cicerello golSecondo tempo– Il riposo e le mosse tattiche di mister Pasculli (Chiriatti e Potenza per Moriero e Cassano) non hanno cambiato il leitmotiv della partita, scandito dalle occasioni da rete per il Lecce: questa volta sono stati lo stesso neo-entrato Chiriatti, Montinaro e Persano a mancare il colpo del tris. La reazione d’orgoglio del Catanzaro, spesso rintanato nella sua metà campo a difendersi dagli assalti leccesi, ha portato poi all’1-2 calabrese, maturato con un bellissimo schema da calcio piazzato dove una sponda in area ha messo sul piatto l’occasione, ben sfruttata, per il gol delle Aquile. L’1-2 non ha portato però ad un cambiamento di match, in quanto la squadra calabrese si è ripresentata nella trequarti salentina solo con delle conclusioni da lontano che, seppur insidiose, si sono sbattute sul muro eretto da Stefano Carrieri, portiere di giornata dei Pasculli-Boys, esaltatosi più volte. Il Lecce non soffre alcun forcing da parte degli avversari e ritorna a costruire gioco con la solita facilità: a metà tempo è ancora il veloce esterno Chiriatti, membro effettivo degli Allievi di mister Walter Monaco, a sfiorare il gol. Il colpo del k.o. arriva poi al 92’ ed è il giusto premio alla partita di Andrea Cicerello, uno dei migliori per intensità e quantità di azioni orchestrate: palla quasi morta recuperata da “Cice” sull’out e tiro al fulmicotone che inchioda il punteggio sull’1-3, spegnendo tutte le velleità di rimonta catanzaresi. La “Berretti” giallorossa suggella nel miglior modo un campionato magistrale (miglior attacco e miglior difesa) e si prepara alle fasi finali del campionato “Berretti”, incontri che vedranno il loro inizio sabato 10 maggio con la squadra di Pasculli che andrà a far visita ad una tra Frosinone e Aversa Normanna.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.