Tempo di lettura: 3 minuti

Lerda mani in tascaSQUINZANO (di Carmen Tommasi) – Scendere in campo pensando intensamente che sia l’ultima partita della stagione e crederci con fermezza nel dirlo e nel farlo. Per il tecnico Franco Lerda il delicato match Pisa-Lecce, va pensato, giocato e sentito così per poi attendere i risultati delle altre domenica prossima, giornata in cui i suoi giallorossi osserveranno il turno di riposo: “Voglio pensare che la gara di domani all’Arena Garibaldi sia la nostra ultima stagionale, dobbiamo vederla così. Poi è chiaro –esordisce l’allenatore giallorosso- che abbiamo ben in mente l’obiettivo di quando sono arrivato lo scorso 24 settembre, che era quello di entrare nella griglia play-off che in questo momento è solo parcheggiato. Il Pisa è un avversario forte e noi dobbiamo essere al massimo della concentrazione e delle energie”.

L’ULTIMA? – Una scalata in classifica che ha portato 61 punti e 19 vittorie con il tecnico di Fossano alla guida del Lecce, dopo l’esonero di Francesco Moriero: “Ora non pensiamo più a quello che abbiamo fatto, ma alla gara di domani con il pensiero che possa essere l’ultima. Contro il Pisa dobbiamo essere al massimo e al top delle forze fisiche e mentali, perché andiamo ad affrontare una squadra forte che assieme al Pontedera ad inizio stagione ha sorpreso un po’ tutti, poi ha perso qualche posizione in classifica. Sono un gruppo di spessore con una piazza importante e che non hanno ancora conseguito i play-off e hanno delle forti motivazioni. Quindi dobbiamo essere pronti a tutto questo. L’obiettivo è pensare a quello che dobbiamo fare noi e poi all’ultima giornata in cui riposiamo, tireremo le somme sperando di non doverlo fare già domani”.

“BELLA” C’È – L’ex Vicenza, Tommaso Bellazzini è pronto al rientro in prima squadra e contro gli uomini di mister Leonardo Menichini il centrocampista potrebbe partire titolare o subentrare a gara in corso: “La condizione della partita la trovi solo giocando e per come ragiono io, uno può giocare quando ha almeno un tempo nelle gambe e Tommaso a livello organico è in grado di poterlo fare. Sono sei mesi che non gioca (dalla gara di Pagani dello scorso 13 ottobre, ndr) e lui è un giocatore importante e lo era anche quando non giocava. Importante dentro e fuori dal campo, e se dovessimo proseguire questa esperienza, sarebbe recuperato del tutto. Dubbi di formazione? Solo in avanti e sono contento di averli, perché finalmente posso contare sull’abbondanza”.

RINCORSA IMPENSABILE – Il Lecce da ultimo in classifica, dopo cinque giornate a zero punti, si ritrova adesso secondo e ancora in lotta per la promozione diretta: “All’inizio anche se avevo molta fiducia nell’organico e conoscevo l’ambiente interno ed esterno di Lecce, sinceramente non pensavo di arrivare all’ultima giornata e di giocarmi la promozione diretta. Ero convinto di entrare nei play-off e in quel momento avrei, forse, firmato per l’ultima posizione, ovvero la nona. Ora, però, concentriamoci sul Pisa perché abbiamo fatto sì cose importanti, ma ancora non abbiamo fatto nulla di concreto. Abbiamo ricompattato l’ambiente e i tifosi, fattore molto importante e abbiamo creato un gruppo di giocatori con un obiettivo ed una mentalità. Ora sappiamo che il nostro campionato potrebbe continuare dopo la gara di Pisa, ma, ripeto, voglio pensare che sia l’ultima. So benissimo quello che può verificarsi e non voglio cancellare l’obiettivo primario che in questo momento è soltanto parcheggiato (si riferisce agli spareggi promozione, ndr)”.

SQUADRA VIVA –  Miccoli e soci stanno bene sia fisicamente che psicologicamente: “Non posso parlare di come è arrivato il Lecce lo scorso anno ai play-off, perchè io non c’ero e mi torna difficile parlarne. So solo che nella prima parte di stagione siamo partiti come dei missili e poi si è spenta la luce. Noi stiamo bene e questa sensazione che stai bene la hai quando sai che non è la fine e noi abbiamo questa percezione, perchè veniamo al campo vogliosi e ci alleniamo con delle belle sensazioni. E se ci saranno altre partite abbiamo ancora energie da dare e non diciamo ‘speriamo di non rivederci più per l’allenamento’. Ovvio che speriamo che finisca tutto domani a Pisa…

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.