Tempo di lettura: 2 minuti

Nicholas CaglioniCALIMERA (di Carmen Tommasi) – Difendere con grinta, cura e attenzione i pali giallorossi per trascinare il suo Lecce in serie B. Nicholas Caglioni è di poche parole, ma con le idee ben chiare: il portierone bergamasco sogna la promozione diretta, anche se non lo dichiara apertamente, tiene i piedi ben saldi per terra perché sa che l’unica cosa possibile è battere il Pisa e poi sperare in un passo falso delle dirette concorrenti per un posto in paradiso: “Il primo posto non dipende da noi, ma dobbiamo sperare nei risultati delle altre. Cosa metto nel mio uovo di Pasqua? Chiaramente l’obiettivo è la promozione in serie B (sorride, ndr) e quindi speriamo bene. Sicuramente -spiega l’estremo difensore di Seriate- il fatto che abbiamo l’ultima giornata di pausa e che Perugia e Frosinone giocano, ci penalizza. Ma ora pensiamo alla prossima e ultima gara con il Pisa che non sarà facile, come tutte del resto”.

GUARDIANO ATTENTO – Il 31enne ex Crotone è arrivato a gennaio nel Salento a titolo definitivo per fare il dodicesimo, ma dalla gara di Gubbio, dello scorso 23 febbraio, è diventato il titolare dei pali giallorossi: “È stata una decisione dell’allenatore, sono arrivato qui per lavorare al meglio, poi è capitata quella settimana in cui Pippo (Perucchini, ndr) stava male e il mister mi ha dato questa possibilità. Se sono soddisfatto delle mie prestazioni? Dopo tanto che ero fermo sì, sono soddisfatto, ma ciò che mi interessava di più erano i risultati della squadra che sono arrivati”.

COLPO DI FULMINE LECCE – Il Salento e il Lecce hanno subito conquistato l’ex Messina: “In caso di promozione ho l’opzione per altri due anni di contratto, qui mi trovo bene e mi sono subito ambientato. Quando sono arrivato ho visto subito che avevamo un’ottima squadra e anche dal dì fuori si vedeva questo, se non si fossero perse quelle prime cinque gare di fila potevamo vincere il campionato alla grandissima, c’è un grande gruppo in questo Lecce. In questa squadra sono tutti importanti, anche chi sta fuori dà il massimo. In questo momento stiamo bene, siamo in salute e siamo pronti ad affrontare tutto”.

PERUGIA OSSO DURO – Sarà un finale di campionato in cui si deciderà tutto, o quasi, sul filo del rasoio: “Come squadra vedo meglio il Perugia rispetto al Frosinone, anche se ultimamente non l’ho visto molto bene. Sono certo che a Salerno troveranno un campo difficile e nell’ultima giornata nello scontro diretto spero in un pareggio. Chi eviterei in caso di eventuali playoff? Gli umbri sicuramente, ma pensiamo a noi, stiamo bene e dopo Pasqua pensiamo al Pisa”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.