Tempo di lettura: 4 minuti
DSCF3533
Giulia Tesoro e Francesco Ghirelli nel momento della firma

LECCE (di Gabriele De Pandis) – Dare voce ai tifosi, consumatori finali ed elemento primario del sistema calcio, che altrimenti non esisterebbe. L’U.S. Lecce, sollecitata dalle associazioni di tifosi (Noi Lecce, Lecce in Azione e Salento GialloRosso) si è mossa su questa direttrice ed ha sottoscritto un accordo, fortemente voluto e caldeggiato dalla Lega Pro presente oggi al “Via del Mare” nelle persone del proprio Direttore generale, Francesco Ghirelli e del vicepresidente Antonio Rizzo, che vede l’ingresso di un rappresentante dei tifosi, senza diritto di voto, nel Consiglio d’Amministrazione del club giallorosso con particolari compiti di consultazione su tutte le questioni attinenti la tifoseria e la conservazione dei valori di quella “maglia” tanto sentita da ogni vero tifoso leccese. Il primo delegato, designato dalle associazioni dei tifosi, è stato scelto nella figura esterna a tutte le associazioni dell’avvocato Oronzo Valletta, nell’attesa di incrementare la partecipazione del popolo giallorosso anche nell’apposito evento, da tenersi a dicembre che, a sua volta, sarà finalizzato alla nomina di un nuovo rappresentante scelto democraticamente e con la più ampia condivisione possibile.

La giornata di svolta nelle relazioni tra la tifoseria e la società è stata ovviamente aperta dalla vicepresidente Giulia Tesoro che ha fatto gli onori di casa, dimostrando l’attaccamento della propria famiglia alla causa giallorossa ed al buon rapporto con i supporters: “Sono contenta di rendere ufficiale questo progetto di dialogo tra società e tifosi che vedrà tante iniziative. In primis, sono sicura che il rappresentante dei tifosi nei Consigli d’amministrazione in cui si discuteranno temi legati alla tifoseria porterà un proficuo scambio d’idee ed una bella collaborazione. In più, seguendo quanto concordato in un workshop a Roma nello scorso mese di ottobre, verrà istituito un Supporter Liason Office (S.L.O., ndr), un ufficio permanente costituito da Silvia Famularo, delegata dell’Unione Sportiva Lecce, e da due rappresentanti dei tifosi. Questo progetto darà sicuramente ottimi frutti”.

DSCF3555
Antonio Rizzo, vicepresidente Lega Pro

Francesco Ghirelli, Direttore Generale della Lega Pro, si è detto soddisfatto del buon esito dell’iniziativa, sostenuta anche dall’associazione “Supporters in Campo”, affiliata italiana nel disegno europeo di “Supporters Direct” che si pone come obiettivo la governance e la proprietà delle società sportive da parte dei tifosi: “Sono contento che questo progetto si concretizzi a Lecce, città che mi lascia sempre senza fiato per la sua bellezza. La Lega Pro ha bisogno di collaborazione, rappresentiamo i valori storici dei Comuni d’Italia ed avere piazze territorialmente forti rappresenta una forza per la stessa Lega e, al contempo, la proietta verso l’innovazione, unica soluzione per continuare a competere contro lo strapotere delle serie maggiori. L’idea del trust nasce in Germania nel 1992 ed ha dato i suoi frutti nel corso degli anni. Il Lecce ha avuto il merito di sposare questo progetto ed è stato un dovere per noi essere qui oggi. Il modello del trust permette ai tifosi di avere voce e veto su questioni inerenti la conservazione del logo e di lavorare nel settore giovanile non competitivo (soluzione già adottata dalla Sudtirol secondo il modello sdoganato dal Bayern Monaco).

Il vicepresidente della Lega Pro Antonio Rizzo, tra l’altro leccese, ha posto l’accento sul rapporto con i tifosi: “La Lega Pro crede molto nei valori di una tifoseria corretta, anche con una sana contrapposizione. La città di Lecce sente l’importanza di iniziative simili e sono contento che il primo rappresentante sia l’avvocato Oronzo Valletta, professionista che stimo e che definirei, usando il vernacolo, “puntusu” in quanto analizza ogni aspetto della vita lavorativa e s’impegna in ogni cosa”.

DSCF3568
Oronzo Valletta

L’avvocato Oronzo Valletta, primo rappresentante dei tifosi in seno al C.d.A. della società di Piazza Mazzini, ha esaltato le peculiarità dell’azienda calcio ed è pronto a cominciare: “Ringrazio la famiglia Tesoro per l’attenzione dimostrata verso il progetto delle tre associazioni e mi congratulo con la Lega Pro per l’aver sposato tale iniziativa, indispensabile nel calcio d’oggi; il settore del football consta di aziende che producono un prodotto peculiare che si offre ai tifosi appassionati ed è giusto che la passione si tramuti in partecipazione. Il calcio è gioia e calore, con questa partecipazione spero di fungere da punto di partenza di una visione non propriamente nuova, in quanto già vissuta a Lecce con il compianto Enzo Delli Noci, ex presidente del Lecce Club, membro attivo della gestione Jurlano, pur se frutto di un altro approccio iniziale. Il Lecce segue una linea già tracciata dai vertici europei del calcio e mi auguro di essere ricordato soltanto come il primo di tanti delegati dei tifosi che si succederanno negli anni, dimostrando così che il Lecce esisterà ancora anche in futuro”. Valletta in conclusione si concede poi un auspicio: “Spero che l’anno prossimo non ci sia il Lecce tra le sessanta squadre che parteciperanno alla Lega Pro, magari potremmo essere sostituiti dai nostri cugini del Bari”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.