Tempo di lettura: 2 minuti

Carlo VicedominiLECCE (di Massimiliano Cassone) – Ci sono battaglie nella vita che non si dovrebbero mai combattere. Ci sono mostri che non dovrebbero esistere. Arrivano momenti in cui tutto perde valore tranne l’essenziale, tranne la vita e l’amore di chi ci circonda. È il male del secolo e nel 2014 ancora non esiste nulla di certo per arginarlo o combatterlo. Ricerca e soldi non bastano per tamponare i danni che il cancro procura.

Nei reparti oncologici si percepisce “stranamente” una voglia di vivere incommensurabile. È come un’arena in cui si scende per combattere tutti i giorni. Sciami di camici verdi e odori forti di medicinali, “carichi” anche nel colore, sono l’appiglio d’una speranza che non vuole mollare. E già, la speranza diventa solida come fosse fatta di carne ed ossa e si aggrappa al punto estremo del bordo della paura.

È sempre avvilente dover raccontare queste storie, è sempre assurdo dover sperare per un qualcosa che non dovrebbe accadere, non è giusto, ma qui il confine tra giusto ed ingiusto è ormai stato valicato da dure leggi di natura che nessuno mai riuscirà a comprendere.

Oggi, Carlo Vicedomini, 28 anni, ex calciatore di quel Lecce Primavera di mister Roberto Rizzo che tutto vinse, combatte la sua battaglia più importante. Un ragazzo semplice, educato con il sorriso radioso sulle labbra, lotterà per debellare uno tra i più bastardi dei mali.

Lecce forza CarlettoErminio Rullo amico ed ex compagno di squadra, domenica al termine di Lecce–Pontedera, ha fatto indossare ai suoi compagni una maglia con il messaggio Forza Carletto”, il terzino in sala stampa spiega, poi, il motivo del gesto di cui è stato il promotore. Tanti i messaggi arrivati dalle bacheche di Facebook cominciando da quella del Centro Coordinamento di Salento GialloRosso, a Checco Lepore e finire a tutti i tifosi che hanno voluto scrivere in maniera significativa il personale in bocca al lupo al ragazzo.

Dalle pagine di TuttoSport Taranto anche il direttore generale della squadra jonica, Pellegrini, invia il suo messaggio: “Il mio pensiero va a Carlo Vicedomini, ex nostro atleta, che deve vincere una partita molto importante, quella della vita. Tifiamo tutti per lui”.

Abbiamo scritto della vicenda sia sulla cronaca di domenica che sull’editoriale di ieri, abbiamo aspettato oggi per fare il nostro augurio ad un ragazzo che in sala operatoria, in queste ore, cercherà di segnare il suo gol più bello. Speriamo sia una staffilata all’incrocio dei pali che non lasci scampo al male “bastardo”.

Incrociamo le dita augurandoci che tutto vada per il verso giusto un po’ com’è accaduto a Francesco Acerbi, ora in forza al Sassuolo, che per ben due volte è riuscito ad avere la meglio sul cancro e proprio tre giorni fa ha annunciato che vuole presto tornare a giocare per riprendersi il tempo perduto.

Forza Carletto” anche dalla redazione de Leccezionale.it

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.