Tempo di lettura: 2 minuti

lettera tifoso bareseLECCE – C’era un barese… Potrebbe apparire l’inizio di una delle tante barzellette che circolano tra opposte fazioni di diversa fede calcistica e invece, stavolta, è l’incipit di una riflessione sorta spontanea non appena vista una lettera inviata alla redazione della Gazzetta del Mezzogiorno da un anonimo lettore. Il personaggio in questione, che ha preferito firmarsi “un tifoso del Bari ora più che mai” sostenendo di scrivere da Modugno (Bari), canzona il Lecce ed i suoi supporters dopo il ko rimediato venerdì scorso contro il Viareggio.

Ecco il testo integrale della missiva pubblicata oggi da quotidiano del capoluogo pugliese: “Complimenti al Lecce per la partecipazione da comparsa al Carnevale di Viareggio. Meglio noi tifosi del Bari che dopo la vittoria di sabato contro il Lanciano siamo andati domenica a divertirci alle sfilate del Carnevale di Putignano. Arrivederci al prossimo Campionato di Serie B. Cari leccesi, il Bari ci sarà alla faccia dei tanti uccelli del malaugurio. Vi aspettiamo, però datevi da fare cercando di evitare nuove figuracce fuori casa. Altrimenti Serie B addio con tanti baci Perugini“.

Un’occasione troppo ghiotta, dal punto di vista del sostenitore dei “galletti“, per non infierire goliardicamente, per carità, contro i rivali giallorossi. Meglio le sfilate da protagonisti al Carnevale di Putignano, che una comparsata a quello della località versiliese: de gustibus… Ma piuttosto che pensare alle sorti di una squadra che sta pagando sulla propria pelle e su quella dei suoi tifosi le colpe non certo proprie, a 150 chilometri di distanza si fa festa e si canzonano i “cugini” mentre bisognerebbe mettersi con un bel cero in mano a pregare San Nicola che qualche affarista voglia rilevare la fallita A.S. Bari, ex giocattolo di casa Matarrese per 27 anni, implicata in non si sa più quanti procedimenti penali e con l’incancellabile onta di aver venduto decine di partite, campionati interi, svendendo, quel che è peggio in assoluto, la passione dei propri tifosi è l’onorabilità di un club professionistico.

lingua smileMa tant’è. Gente allegra il ciel l’aiuta, recita un noto proverbio. E solo Dio sa quanto bisogno d’una mano dall’Alto ci sia in quel di Bari in queste settimane… E’ in atto una vera e propria corsa contro il tempo per individuare un nuovo proprietario che iscriva la società biancorossa, il cui nome dovrà essere, ricordiamolo, modificato, proprio come avvenne per Palermo, Napoli e Fiorentina giusto per citare i casi più eclatanti, e non rischiare di svanire altrimenti davvero nel nulla.

Se così fosse, e non lo auguriamo certo al simpatico tifoso barese autore della missiva, visto che a Lecce i derby si preferisce vincerli sul campo e non magari nelle aule di un tribunale, di domeniche libere per farsi belle passeggiate a Putignano, Trani o Polignano a Mare ne potrebbe avere fino alla nausea e senza dover aspettare una ricorrenza…

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.