Tempo di lettura: 1 minuto

PellèROTTERDAM – Pellè, ci risiamo. L’attaccante del Feyenoord intervistato a fine gara da un giornalista olandese, non ha digerito le domande che questi gli stava rivolgendo a fine match e lo ha apostrofato come “uno che ha la faccia da tifoso dell’Ajax“. Il motivo era la richiesta di spiegazioni di un episodio sfuggito all’arbitro, ma non alle telecamere, in cui il centravanti salentino colpiva sul finire della gara con una gomitata un avversario, Veltman. Un episodio che potrebbe essere ora sanzionato con la prova tv. Un ulteriore, palese sintomo di tensione esagerata che ha indotto il club di Rotterdam a sospendere il bomber salentino per due settimane ed a togliergli anche la fascia di capitano. Nell’ultimo turno di Eredivisie, la serie A olandese, la formazione in cui milita il 28enne giocatore originario di San Cesario era infatti impegnata nella sfida casalinga contro la capolista Ajax, poi persa per 2-1. Pur avendo messo a segno la sua ventesima rete stagionale, l’iniziale prodezza di Pellè non è bastata alla compagine biancorossa ad evitare la sconfitta interna e veder ulteriormente allontanarsi il secondo posto in classifica.

Il Direttore tecnico del Feyenoord, Martin Van Geel ha dichiarato in merito all’episodio: “Graziano Pellè è un grande calciatore, ma il suo comportamento recente non va bene”.

Appena una settimana fa, vi avevamo raccontato e mostrato il video del raptus d’ira che aveva colto l’ex di Lecce, Parma e Sampdoria dopo che la sua squadra era stata raggiunta sul 2-2 dal Twente al 94° minuto di gioco, dopo esser stata in vantaggio per 0-2. In quell’occasione, Pellè, uscendo dal terreno di gioco nervosissimo, aveva preso a calci qualunque oggetto e suppellettile gli capitasse a tiro.

Ecco il video dell’intervista:

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.