Tempo di lettura: 5 minuti

berr 2CALIMERA (di Gabriele De Pandis) – Magnifici, implacabili e spettacolari: la Berretti regala un altro pomeriggio di grande calcio al “Colaci” di Calimera e asfalta la Vigor Lamezia con un 9-1 che già da solo basterebbe per descrivere il dominio dei Pasculli-Boys, sempre primi in classifica in attesa del risultato dell’Ischia, impegnata in quel di Sorrento in casa di una delle “cenerentole” del girone E del campionato.

La giostra del gol – Il dominio del Lecce si è dimostrato tale fin dalle prime battute: dopo 20 secondi i Pasculli-Boys cercano già di dettare la loro legge con Mattia Persano, ma il tiro dell’ariete di San Donato è stoppato dal portiere Sesti. La Vigor Lamezia, schierata dal suo tecnico Gatto con il 4-4-2, cerca di bloccare le fasce giallorosse grazie ai pronti raddoppi degli esterni di centrocampo, rapidi nell’aiutare sempre i terzini. L’atteggiamento dei biancoverdi lascia però molto spazio alle azioni manovrate dei Pasculli-Boys che recriminano per due volte il rigore al 3′ ed al 6′. La difesa giallorossa, che registra il ritorno di Simone Cassano, è sempre attenta sui lunghi lanci provenienti dalla metà campo della Vigor ed Andrea Castellana ha vita facile anche per la scelta di attaccare la profondità operata dal d’attacco calabrese, composto dal duo Tropea-Scolaro. È proprio il centrale grottagliese, galvanizzato dal gol di domenica scorsa contro il Messina, ad imprimere la prima svolta al match con l’1-0 giallorosso al 13′: angolo di Guadalupi e zuccata di Castellana che va in cielo e salta più in alto del portiere Sesti, la cui uscita è decisamente azzardata.

Il vantaggio dei Pasculli-Boys costringe la Vigor Lamezia a un maggior sbilanciamento in avanti, ma le scelte del regista Pierri sono offuscate dal lavoro di sacrificio di Andrea Risolo, anche oggi schierato nel ruolo di mediano assieme a Guadalupi. Al 20′ ancora Castellana su azione da corner sfiora il gol con un colpo di testa che finisce di poco alto. I Pasculli-Boys, sempre con la partita in pugno, al 26′ regalano il pari alla Vigor Lamezia: errore in fase di disimpegno di Morello che appoggia male nella propria area a beneficio della punta calabrese Tropea, brava a scartare il regalo della difesa giallorossa battendo Chironi in uscita. Il pareggio, giunto senza nessuna costruzione offensiva della Vigor Lamezia, non scompiglia le idee dei salentini, sempre intenti nella ricerca dell’imbucata giusta nel cuore della metà campo calabrese. Intorno alla mezz’ora, i giallorossi tentano anche le soluzioni da fuori: al 30′ Parlati tenta invano la botta da fuori ed al 32′ Guadalupi, fresco di convocazione nella Under 18, cerca di uccellare Sesti con una punizione decentrata da distanza a dir poco proibitiva. Il Lamezia cerca di contenere il debordante tecnicismo del Lecce con una serie di interventi duri, non sempre sanzionati dall’arbitro Tagliente di Brindisi.

I tentativi dalla distanza della mezz’ora sono il preludio al meritato 2-1 di Matteo Montinaro al 35′, giunto grazie ad una punizione perfetta dai 25 metri che si infila all’incrocio dei pali sinistro, laddove Sesti può solo guardare impotente. Il magistrale nuovo vantaggio del “genio” di Castromediano scioglie inesorabilmente il Lamezia, costretto ad incassare anche il tris al 37′: azione di Cicerello, palla al centro per Guadalupi che deve soltanto spingere in rete la sfera. La partita diventa una giostra del gol perché i calabresi spariscono dal campo: errore di valutazione di Maione che perde palla in area, tiro di Cicerello parato dall’estremo difensore calabrese e tap-in di testa di Montinaro che gira il pallone in rete al 39′ per la rete della doppietta personale. Alla giostra giallorossa non poteva mancare neanche l’acuto di Andrea Cicerello, firmatario del 5-1 dopo soli 42 minuti: cross di Fersini ben calibrato e perfetta correzione di piatto della freccia giallorossa.

berr 3Tra gol e tante scorrettezze – La ripresa comincia ancora con la durezza degli interventi dei calciatori calabresi, forse nervosi dopo l’imbarcata subita nei primi 45′; dall’altro canto i Pasculli-Boys contengono e amministrano il cospicuo vantaggio con l’inserimento di Moriero e Rotunno per Montinaro e Guadalupi. Mattia Persano ci tiene a partecipare alla festa giallorossa, ma la sua punizione al 56′ finisce di poco a lato. Il lavoro del bomber di San Donato porta indirettamente al 6-1 del Lecce due minuti dopo: tiro a pelo d’erba respinto da Sesti sul quale Parlati arriva prima di tutti, deposita in rete e fa assumere al punteggio sembianze tennistiche. Al 60′ arriva poi il sospirato e meritatissimo gol di Persano: sportellate in area con Maione e 7-1 raggiunto con freddezza. L’ennesimo gol dei Pasculli-Boys fa incattivire la partita, infatti, il difensore Torcasio viene espulso per fallo di reazione su Moriero, a riprova della frustrazione da parte dei ragazzi di mister Gatto. L’istinto da bomber di Mattia Persano lo porta a colpire ancora al 74′: cross basso di Moriero e piatto da centro area dell’ariete di San Donato per l’8-1 giallorosso, punteggio che trasforma la partita in poco più di una formalità. Al 77′ la Vigor Lamezia regala anche il definivo 9-1 al Lecce: lancio di Castellana e sciagurato intervento del centrale Maione che beffa il proprio portiere con un pallonetto di testa. Il Lecce non ha assolutamente intenzione di tirare i remi in barca e continua ad imbastire manovre offensive per cercare la doppia cifra, sfiorata da Persano all’85’ con un destro volante e da Moriero al 90′ su calcio di punizione.

Tabellino

 Lecce (4-2-3-1): Chironi; Cassano, Castellana, Morello, Fersini; Risolo, Guadalupi (52’ Moriero); Montinaro (52’ Rotunno), Parlati, Cicerello (56’ Monaco); Persano. A disposizione: Spinelli, Pirretti, Gaetani, Piccinonno. All. Pasculli.

 Vigor Lamezia (4-4-2): Sesti; De Martino, Battimelli, Maione, A. Torcasio (76’ De Sensi); Russo, Pierri, Barbaro (64’ Ruberto), Amendola (71’ Ant. Torcasio) ; Scolaro, Tropea. A disposizione: Bongiovanni, M. Torcasio, Piemontese, Caccamo. All. Gatto.

 Marcatori: 13’ Castellana (L), 26’ Tropea (VL), 35’ e 39’ Montinaro (L), 37’ Guadalupi (L), 42’ Cicerello (L), 58’ Parlati (L), 60’ e 74’ Persano (L), 77’ Aut. Maione (VL)

 Espulso: A. Torcasio (VL) per fallo di reazione.

Ammoniti: Chironi, Risolo (L), Battimelli, Pierri (L).

Commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.