Tempo di lettura: 3 minuti
1600182_10201936785793783_1455449475_n
De Rose, Abruzzese e Barraco

LECCE (di M.Cassone) – Mercato importante ed oculato quello invernale del Lecce. Fino ad ora la società di Piazza Mazzini ha portato alla corte di Franco Lerda più quantità e grinta in mezzo al campo con il ritorno di Ciccio De Rose, esperienza e sicurezza in difesa con l’altro ritorno eccellente, quello di Giuseppe Abruzzese, qualità, forza ed estro con un elemento che può spostare l’asticella della gara in qualsiasi momento, Dario Barraco. Sono stati presentati questa mattina nella Sala Stampa “Sergio Vantaggiato”, al Via del Mare, gremita per l’occasione.

Ecco le loro prime dichiarazioni:

Francesco De Rose: “Ho deciso subito di dire sì e ritornare qui perché mi sento a casa, nonostante sia stato nel Salento solo un anno, sono stato benissimo. La mia è stata una scelta di cuore. Ritorno con la voglia di raggiungere l’obiettivo che l’anno scorso non siamo riusciti a centrare. Il gruppo di quest’anno è molto affiatato, l’ho notato subito. Domenica scorsa ero in tribuna e ho visto la gara contro il Benevento, ho visto un buon Lecce, tosto, ben messo in campo, squadra corta e con la fame giusta per raggiungere i risultati che non arrivano mai per caso. Miccoli? Nonostante sia un grande campione è un ragazzo come noi, umile. Io darò il meglio di me, mi impegnerò al massimo per mettere in difficoltà il mister in modo che possa scegliere di mandarmi in campo”

Giuseppe Abruzzese: “Ringrazio i tifosi per l’accoglienza di domenica, per l’applauso. Ho avuto la possibilità di ritornare qui a Lecce, dove sono stato benissimo, e devo dire grazie alla società per avermi dato questa opportunità. Ora toccherà a me, con l’impegno, il sacrificio e il lavoro, sfruttare quest’ occasione e ripagare tutti con delle ottime prestazioni in campo. Questa squadra oltre al tesso tecnico elevato, secondo me, ha degli ottimi valori umani; e questa cosa è importante, perché la chiave di tutto sono i sacrifici, l’umiltà ed il lavoro. Il nostro obiettivo deve essere quello di migliorarci giornalmente, di allenamento in allenamento per poi dare il massimo in campo. L’ultima gara che giocai con la maglia giallorossa, fu nel Lecce di Baldini”.

Dario Barraco: “Appena mi hanno detto che c’era la possibilità di venire a Lecce non ho esitato un attimo a dire di sì; nonostante ci fossero altre squadre interessate a me, il Lecce è stata la mia prima scelta. È una piazza molto importante e poi i compagni di squadra del Latina, Chiricò ed Esposito, mi hanno parlato molto bene della città e della società. Quando vieni a giocare nel Lecce ti senti realizzato. Io posso ricoprire tutti i ruoli della trequarti, mi trovo bene sia a destra, dove negli ultimi periodi in cui ho giocato ho dato sempre il meglio, sia a sinistra, come riesco ad esprimermi bene anche al centro. Ho scelto Lecce anche perché è una squadra che vuole andare subito in B; a me piace vincere, un po’ come tutti. Mi piace vincere partita per partita, e deve essere proprio questo il segreto e la ricetta giusta, pensare una gara per volta. Ora le nostre attenzioni devono essere rivolte solo al Catanzaro. Non gioco da Novembre, però sto bene, non ho i 90 minuti nelle gambe ma il ritmo partito lo raggiungerò giocando, un po’ per volta”.

 

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.