Tempo di lettura: 2 minuti

mappa terremoto Campania

L’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) ha registrato una nuova scossa di terremoto tra le province di Campobasso, Caserta e Benevento, già interessate da uno sciame sismico e da alcune scosse forti il 29 dicembre scorso. Questa mattina, alle 7:12 ed alle 7:21, altre due scosse, di cui una di magnitudo 4.2 e profondità 10.8 chilometri. Molte le chiamate giunte ai centralini dei Vigili del Fuoco e della Protezione civile regionale.

La scossa è stata avvertita in maniera molto chiara nella zona di Nola e dei monti del Matese. L’evento è stato sentito anche in alcune aree del Sannio. Numerose le persone che sono scese per strada.

Nel frattempo, è allarme maltempo ancora in Liguria. Il ministro dell’Ambiente, Andrea Orlando, ha chiesto lo stato di emergenza per le regioni colpite mentre la Protezione Civile ha avvisato che piogge e forti venti si sposteranno nelle prossime ore verso il Meridione e le isole. Sono due le persone che risultano disperse a causa della forte ondata di maltempo che ha colpito il nord Italia. I vigili del fuoco stanno cercando una persona a Genova e una a Modena, precisamente a Bastiglia. Le ricerche nel modenese sono in corso dall’alba.

Buon fine per le ricerche dell’uomo scomparso nelle acque del Rio Poggio, nel comune di Bogliasco, in provincia di Genova. Le operazioni sono proseguite senza sosta per tutta la notte ma alla fine l’uomo è stato tratto in salvo. Dalle 4:45, nel comune di Bastiglia in provincia di Modena, sono invece in corso le ricerche di un altro uomo disperso nelle acque di un canale. Il malcapitato è sparito durante le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco. Salvata anche una seconda persona in difficoltà. A Modena la situazione resta critica in tutta la provincia, dove i vigili del fuoco sono a lavoro dalla mattina di ieri. Le forti piogge hanno provocato l’esondazione del fiume Secchia e il conseguente allagamento di una vasta area a nord-est del capoluogo tra le località di Bastiglia, Sorbara e Sozzigalli. Sono state una cinquantina le persone tratte in salvo ieri dall’elicottero dei vigili del fuoco del nucleo di Bologna.

Foto: fonte web.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.