Tempo di lettura: 2 minuti

IMG_6369SALERNO – Dura appena 20’  il derby tra Salernitana e Nocerina. Una sfida della vergogna andata in scena all’Arechi, che già era iniziata con circa 40’ di ritardo e disputata soltanto pro-forma a causa delle minacce di morte subite dai calciatori molossi da parte dei propri ultras giunti da Nocera (nonostante il divieto delle autorità) e che erano per le strade a “festeggiare”.

Dopo soli 50 secondi di gioco il tecnico dei molossi Fusco (che ha sostituito in panchina lo squalificato Fontana) effettua le tre sostituzioni (Cremaschi per Polichetti, Malcore per Ficarotta e Jara Martinez per Evacuo) dando un chiaro segnale di quella che sarebbe stata la partita anticipata alle ore 12:30 per ordine del Questore di Salerno.

Subito dopo i tre cambi, Remedi, Hottor, Danti e Kostadinovic e Lepore subiscono degli ‘infortuni’ in soli 15’, fatto che costringe il direttore di gara Sacchi a decretare la fine della partita per mancanza del numero tecnico di calciatori in campo. Ma a perdere oggi è stato il calcio, vittima della violenza ultras.

aereo nocerinaUn aereo è stato fatto sorvolare addirittura lo stadio “Arechi” di Salerno come forma di protesta dei tifosi della Nocerina come testimonia l’immagine che sta circolando in queste ore sui social network.

Dopo quanto accaduto, la dirigenza della Nocerina si è dimessa plenariamente, ordinando il silenzio stampa a tutti i propri tesserati.

Intanto, anche la Lega Pro si è espressa sui gravi episodi di oggi con una nota ufficiale in cui si legge: “I fatti verificatisi nella partita Salernitana-Nocerina hanno recato un danno gravissimo al calcio e alla Lega Pro, ci costituiremo parte civile in tutti i procedimenti penali che verranno aperti e procederemo per risarcimento danni. I delinquenti che hanno fatto minacce e chi ha fatto sceneggiate in campo, ci auguriamo che vengano sanzionati come meritano. Da parte nostra non arretreremo di un centimetro nel conquistare un calcio normale“.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.