Tempo di lettura: 3 minuti

LECCE – (di Carmen Tommasi) – Si gode i successi del suo Lecce. Ammira i progressi di Zigoni e soci. Sorride per il quarto risultato utile consecutivo. Pensa già alla prossima partita di Coppa Italia di Lega Pro contro il Grosseto. Franco Lerda a fine match analizza l’importante vittoria di 3-0 della sua squadra contro il Viareggio dell’ex Cristiano Lucarelli: “La partita oggi l’abbiamo fatta noi e se fai la prestazione poi è più facile vincere. Siamo contenti per il risultato, – esordisce l’ex tecnico del Torino – anche se con il senno di poi è facile definire semplici tutte le partite. Siamo partiti molto forti per non essere sorpresi come accaduto in passato da parte degli avversari a Perugia o col Gubbio ed abbiamo creato diverse occasioni. Poi il gol del 2-0 ci ha fatto entrare più sereni e tranquilli in campo nella ripresa ed abbiamo poi chiuso la partita con due o tre ripartenze importanti. Siamo soddisfatti perchè questi risultati sono il frutto di tanto lavoro”.

 IL CAPITANO È OUT – Fabrizio Miccoli nella rifinitura di ieri si è fermato ancora: “Oggi avrei voluto vedere Miccoli in campo ma abbiamo preferito non rischiarlo per via della distorsione alla caviglia. Lui aveva voglia di giocare e voleva fare un’infiltrazione, ma non ho voluto forzare i tempi ed è stato meglio così poiché il campionato è lungo e non c’era fretta di averlo in campo. Comunque non è una distorsione grave e ora valutiamo i tempi per riaverlo titolare”.

COMPLIMENTI A “ZIGO” – L’attacco ora è guidato dall’ex Milan Gianmarco Zigoni: “Zigo è cresciuto molto e si è sbloccato dopo la rete contro il Barletta. In due partite ha fatto quattro gol e ora è più sereno. Quando sono arrivato, inutile nascondere che vedessi meglio Beretta, ma quando un attaccante fa gol sta sempre bene. Si sta creando un bel gruppo e sono soddisfatto, anche se l’attacco non è ancora al completo a causa degli infortuni. Papini? Lui è un giocatore che dà equilibrio nel modulo col doppio mediano ed è uno molto esperto. La sua condizione fisica è migliorata di pari passo a quella di tutti i compagni di reparto come Parfait che sta crescendo ed ha fatto bene. Anche chi è subentrato, come Sales e gli altri, l’ha fatto con la mentalità giusta”.

IL GROSSETO – Adesso bisogna anche onorare l’impegno di Coppa Italia di Lega Pro: “Mercoledì ci sarà la Coppa Italia e dovremo affrontare il Grosseto, squadra importante. Siamo il Lecce e non andiamo a fare una gita, ma in questo momento sarebbe stato meglio non avere questo impegno. Per noi sarà un appuntamento importante e ci teniamo a far bene anche in questa competizione. D’Ambrosio? Ho preferito sostituirlo perchè era diffidato e volevo evitargli un’eventuale ammonizione in vista della prossima di campionato. Mercoledì vediamo chi giocherà, ma in questo momento abbiamo tanti infortunati e siamo a corto, ma faremo la nostra partita”.

Lucarelli, leccezionale.itL’EMOZIONE DI LUCARELLI -La parola passa poi all’ex tanto amato, Cristiano Lucarelli, alla prima partita sulla panchina del Viareggio: “Oggi in me c’era tanta emozione ed ogni volta che torno a Lecce c’è sempre un’emozione particolare e ci torno molto volentieri. Ripartire ad allenare dal Via del Mare, anche se oggi esco sconfitto, lo prendo come un segno del destino e stimolo positivo per ripartire. Il Lecce? Una signora squadra – spiega l’ex bomber giallorosso – con una signora società ed un signor allenatore. Quella di oggi è stata una gara quasi scontata considerando i diversi valori in campo; tuttavia, se dovevo proprio perdere la prima partita è meglio che questa sconfitta sia arrivata contro una squadra forte come il Lecce. I giallorossi sono ancora in corsa per il primo posto perchè il campionato è lungo. Poi se non conquisteranno il primo posto, saranno la mina vagante del campionato e faranno bene nei play-off”, conclude il tecnico dei toscani.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.