Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE (di Carmen Tommasi) – Un 1-1 tra Lecce e Gubbio che serve a poco per entrambe le squadre, ma che almeno muove la classifica e non “ammazza” del tutto l’umore. I padroni di casa non hanno sfatato il tabù “Via del Mare”, mura amiche che nel campionato in corso non hanno mai visto una vittoria di capitan Martinez e soci. Gli umbri tornano a casa con un punto guadagnato che soddisfa comunque il tecnico Bucchi dopo la sconfitta infrasettimanale contro il Grosseto.

DIFESA- Filippo Perucchini dopo due giornate di imbattibilità, si arrende al penalty di Ferrari che costa ai suoi l’1-1. Incolpevole, anche se l’ex Como, scuola Milan, nelle occasioni in cui viene chiamato in causa appare un po’ titubante, insicuro. Merita la sufficienza piena, e anche più, il solito Martinez. “El Tuma” anche oggi salva i suoi e ci mette una pezza sui “deficit” dei propri compagni di reparto, decisamente top. Diniz non sfigura, ma nemmeno brilla di luce propria, mentre l’ex Crotone, Kevin Vinetot, rispetto alla gara di Pagani, è andato in bambola in più occasioni. Sotto la sufficienza, ma sicuramente meglio dei tempi di Moriero. SENZA INFAMIA E SENZA LODE: UNA SOLA RETE SUBITA E SU RIGORE.

CENTROCAMPO- Sulla fascia destra D’Ambrosio appare nervoso, falloso, poco in gamba rispetto alle precedenti uscite, meno volenteroso del solito. L’ex Lumezzane oggi va messo nella lista nera del match ed ha rischiato anche il doppio giallo per una brutta gomitata sull’avversario. Il migliore del reparto è Walter Lopez e non per il gol dell’1-1 ribadito in rete dopo aver sbagliato il rigore da lui stesso procurato, ma per la grinta e l’esperienza che ci mette in ogni giocata. Lui lo trovi in ogni zona del campo. TANTE BUONE INDIVIDUALITÀ E POCA COESIONE TRA LE PARTI.

ATTACCO- La coppia d’attacco Beretta-Doumbia punge davvero poco in avanti, balla da sola e regala una giornata di semi-riposo al portiere umbro, Pisseri. I due ci mettono tanto impegno, ma il risultato è davanti agli occhi di tutti. L’ingresso in campo di Zigoni al posto del francese non ha cambiato le regole del gioco, con l’ex Milan apparso fuori dalle dinamiche di gioco e quando gli capita l’occasione importante ci mette del suo, ma in negativo. SEMPRE PEGGIO: REPARTO NON PERVENUTO, ANCORA UNA VOLTA.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.