Tempo di lettura: 1 minuto

Torna ancora a sorridere il 32enne Emanuele “Big” Leo. Il pugile, in forza alla scuderia milanese OPI 2000, ha superato – al termine dei 6 round in programma – la sfida contro l’ungherese Sandor Balogh (accompagnato all’angolo da Giuseppe Lauri). Il match si è svolto domenica scorsa a Copertino nei pressi del Regal Caffè.

L’organizzazione dell’evento pugilistico ha visto la forma della società BeBoxe di Copertino diretta dal tecnico Francesco Stifani. Oltre al match-clou marchiato Lega Pro Boxe, si sono svolti anche cinque incontri, con pugili dilettanti, di particolare interesse tecnico e anche atletico.

“Sono soddisfatto del risultato, anche se sono consapevole di non essere proprio al top della forma -spiega il pugile professionista di Copertino- Dopo la breve parentesi vissuta recentemente con la World Series Of Boxing vestendo i colori della Dolce&Gabbana Italia Thunder, non ho potuto esprimermi sul ring. Anche se ho proseguito a seguire la rigida tabella di marcia impostami dal mio maestro Stifani, la persistente e cronica assenza di sparring-partner presenti in zona, mi costringe ha non testare efficacemente il lavoro affrontato in palestra. Nonostante ciò, continuo a conservare nel cassetto un sogno chiamato ‘titolo italiano’: sono motivato al punto giusto e convinto che per raggiungere questo prestigioso obiettivo devo intensificare maggiormente la preparazione. Per quanto concerne la sfida vinta contro Balogh, ho cercato di metterlo in difficoltà sin dalla prima ripresa, provando a metterlo al tappeto, anche se si tratta di un avversario coriaceo e possente; proprio la mole di lavoro profusa per mandarlo ko, mi ha costretto ad un maggior dispendio di risorse. Comunque vittoria doveva essere e vittoria è stata”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.