Tempo di lettura: 1 minuto

Lecce – (di Massimiliano Cassone) – Sarà l’arbitro Stefano Giovani di Grosseto, assistito dai guardialinee Manuel Robilotta di Sala Consilina e Giuseppe Opromolla di Salerno, a dare il via al delicato incontro tra Lecce e Catanzaro in programma alle ore 15 al Via del Mare.

Il Lecce arriva incerottato all’appuntamento più importante e dovrà fare a meno oltre che di Rullo, Bogliacino e Parfait per infortunio anche degli ultimi arrivati Lopez e Sacilotto, il primo per problemi di transfert e il secondo sconta una giornata di squalifica rimediata lo scorso anno a Latina.

Molti i dubbi di Moriero, non sono da escludere sorprese. Molto attivo in settimana Marco Bleve è sembrato in forma ottimale, insidierà almeno nei pensieri del suo allenatore il collega Perucchini.

In difesa dopo le uscite poco convincenti di Vinetot, potrebbe scendere in campo Ferrero al suo posto al fianco di Martinez. Centrocampo da inventare in cui Amodìo potrebbe esordire. In attacco accanto a Miccoli ed uno tra Zigoni e Beretta.

Il Catanzaro di mister Brevi giunge al Via del Mare senza problemi di formazione e dopo le dichiarazioni al vetriolo della settimana appena trascorsa, cercherà di fare bottino pieno approfittando del momento poco felice dei giallorossi. Sicuramente inizieranno con il solito 4-4-2 con Marti e Martignago a volare sulle fasce. In attacco Germinale e Fioretti dovrebbero essere i titolari.

Ecco le probabili formazioni che dovrebbero essere schierate a specchio:

Lecce (4-4-2): Perucchini (Bleve); D’Ambrosio, Vinetot (Ferrero), Martinez, Nunzella; Salvi, Amodio, Ferreira Pinto (Melara), Bellazzini; Miccoli, Zigoni (Beretta).

Catanzaro (4-4-2): Bindi; Catacchini, Rigione, Ferraro, Sabatino; Marchi, Vitiello, Benedetti, Martignago; Germinale, Fioretti. All.Brevi

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.