CONDIVIDI

lecce 1908PERUGIA (di Luca Manna) – Buon compleanno, Lecce. Il calcio nella nostra città è nato 110 anni fa e non starò qui a raccontare come e dove è iniziata quella gloriosa storia. ancor oggi sai dare un tocco di adrenalina alle nostre giornate, farci ridere o piangere, regalarci emozioni vere che solo un sentimento forte e indissolubile può regalare. Non sei un semplice club, non sei una semplice squadra di calcio, non sei un gioco perchè, se lo fossi, noi non doneremmo a te tutto questo nostro grande amore

Sei nato 110 anni fa, ma non sei vecchio, non sei malandato, sei più lucido che mai, sorretto da uomini pronti a sacrificare molti dei loro guadagni per portarti sempre più su, trascinato da migliaia di tifosi orgogliosi e fieri di portare il tuo nome in giro per il mondo, onorato sul campo da un gruppo di uomini che conosce la tua storia, la tua gloria e prova con convinzione a renderla ancora più ricca e vincente.
Sei il simbolo di una terra, sei il colore vivo di un popolo fatto di gente orgogliosa che non dimentica mai da dove viene, anche se magari vive a migliaia di chilometri da te; sei il marchio di fabbrica di un piccolo pezzo di mondo meraviglioso che magari, a volte, soffre per portare a casa un pezzo di pane, ma che trova in te un motivo per guardare avanti e poter ogni tanto godere di soddisfazioni per alcuni magari banali, ma che dentro racchiudono molto di più che semplici calci ad un pallone.
Sei nato 110 anni fa e magari a volte sei stato trascurato, bistrattato, a volte ti sei sentito forestiero a casa tua quando qualcuno ha preferito il blasone artificiale degli squadroni del Nord per tifarti contro nel tuo tempio, nel tuo stadio. Ma tu non hai mollato, tu non molli mai, magari perdi, cadi, ma poi ti rialzi e cammini a testa alta perchè il Salento e tu siete una cosa sola e nessuno, neanche qualche “Giuda” che ha dimenticato il colore del sangue che scorre nelle sue vene potrà mai dividervi, potrà mai scindere un legame fatto da cose che a parole non si possono spiegare.
Sei nato 110 anni fa e noi ti abbiamo coccolato, sgridato, abbracciato o urlato contro, ma mai ti abbiamo abbandonato perchè tu per noi sei come un figlio, una moglie, un marito o un fratello; sei qualcosa del quale non possiamo fare a meno neanche se ci pugnalassi alle spalle, sei qualcosa da amare 7 giorni su 7, 24 ore su 24. Non sei solo calcio, sei qualcosa di grande che occupa le nostre giornate, sei ciò che viene alla fine delle nostre settimane a tenerci sulla corda, sul filo delle emozioni; non sto esasperando il nostro sentimento perchè quando ami uno sport, chi lo rappresenta inizia a far parte di te e ne diventa protagonista. E allora tu sei nato 110 anni fa e sei entrato nelle vite di tutti noi e non ne uscirai mai più perchè certi amori, quando nascono, non muoiono mai!
Buon compleanno, Lecce! Buon compleanno squadrone di tutti noi; ti auguro altri 110 anni così, perchè non cambierei nulla di ciò che sei stato e sei; 110 di anni di storia da 110… e lode!
Commenti