CONDIVIDI

LECCE – È un mister Fabio Liverani fatalista quello che arriva in sala stampa a commentare il ko contro il Cosenza in Coppa Italia di Serie C: Prima o poi doveva accadere? Beh, è fuori discussione… Abbiamo fatto una partita con giocatori che avevano bisogno di minutaggio ed è mancata fame, determinazione e cattiveria. Su seconde palle e scalate eravamo in ritardo, questo fa vedere che mentalmente sei distaccato dalla partita. Il Cosenza ha meritato di passare il turno. Tra stasera e domani metabolizzeremo questo perché poi c’è un’altra gara da preparare. Noi siamo equilibrati solo se tutti abbiamo fame, altrimenti non abbiamo le qualità per giocare come una squadra spaccata. Tutti devono collaborare in entrambe le fasi. Se noi guardiamo il percorso fatto si nota che accorciavamo in dieci e controllavamo le ripartenze di squadra. E oggi di squadra abbiamo lavorato male. Sapevo che era una partita pericolosa. È normale che ci sono elementi da recuperare in termini di minutaggio quali Selasi, Caturano, Megelaitis, ma anche Caturano, Di Piazza e Costa Ferreira. Pensavo facessimo meglio, ma va bene così. Se proprio doveva essere sconfitta, è bene che sia stata oggi. Mancosu? Ha subito una botta da Loviso al costato, non credo sia nulla di grave. Lepore da domani sarà in gruppo e sarà disponibile per la Sicula, come pure riavrò Armellino che era in Coppa squalificato. Per Tsonev ci vuole un’altra settimana di terapie, invece Tabanelli ricomincerà a lavorare solo da lunedì”.

Commenti