CONDIVIDI

LECCE – L’anomala decisione del Prefetto di Barletta-Andria-Trani di far disputare la sfida di domani sera Bisceglie-Lecce a porte chiuse ha spinto l’avvocato Oronzo Valletta a scrivere una mail ufficiale di protesta a nome suo e di numerosi tifosi del Lecce allo stesso rappresentante governativo che ha adottato una scelta che appare assurda e incomprensibile.

Impedire che la partita possa godere della cornice di pubblico che merita per non chiarite “criticità strutturali” ha portato il legale ad inoltrare la missiva alla dott.ssa Maria Antonietta Cerniglia, anche per conto di quanti avevano già acquistato il biglietto per assistere al derby del “Ventura“, poichè possessori della Fidelity Card inizialmente richiesta per accedere al Settore Ospiti dello stadio biscegliese.

Nella PEC inviata, l’avv. Valletta fa presenti al Prefetto Cerniglia le incongruità di una decisione che va a penalizzare la passione dei tifosi giallorossi, a cui ancora una volta viene impedito di seguire la propria squadra del cuore in gare che si disputano in provincia di Bari. Inoltre, l’ex rappresentante dei tifosi nel CdA dell’U.S. Lecce durante la presidenza Tesoro, sottolinea l’illogicità della delibera che arriva ad appena ventiquattr’ore dalla gara, quando molti supporters hanno già acquistato i tagliandi, noleggiato mezzi per raggiungere Bisceglie ed annullato impegni personali e di lavoro pur di essere vicini al Lecce. Non si sono tenuti in alcun conto, insomma, gli sforzi organizzativi sostenuti, ma c’è solo una totale assenza di spiegazioni esaustive su cosa ci sia davvero dietro la chiusura di uno stadio intero per problemi che fino a questa sfida non erano mai intervenuti tanto da determinare la chiusura dello stadio biscegliese.

Per tutte queste ragioni, l’avvocato chiude invitando il Prefetto ad esercitare il suo potere di autotutela e revocare la decisione di chiusura dell’impianto sportivo, presentando formale riserva a tutelare i propri interessi e quelli dei suoi assistiti nelle forme consentite dalla legge se quanto richiesto non dovesse accadere nelle prossime ore, per un eventuale richiesta di risarcimento danni.

Commenti