Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE – Non si è fatta attendere la nota del Lanerossi Vicenza in merito al rinvio della gara di stasera contro il Lecce legata alle positività al Covid di due tesserati giallorossi. Il club veneto ha puntato il dito contro le modalità che hanno portato alla decisione di rinviare a data da destinarsi il match del “Via del Mare” viste le difficoltà logistiche e di calendario per la società ma anche per i tifosi biancorossi che in 40 avrebbero assistito alla partita dopo un lungo viaggio sostenuto.

Questa la nota del Vicenza Calcio: “La società LR Vicenza prende atto del provvedimento di rinvio della gara con il Lecce, giunto a poche ore dal fischio d’inizio. Pur comprendendo le motivazioni, scaturite da un’ordinanza della locale ASL sanitaria, per i casi di positività della squadra avversaria, non si può non sottolineare come tali decisioni, non omogenee a livello nazionale e, così a ridosso degli eventi, comportino pesanti conseguenze, sia sulla squadra che sui tifosi e sul calendario del campionato. Ribadendo che l’interesse generale e quello della salute pubblica devono sempre prevalere, LR Vicenza auspica però che in futuro le linee guida delle autorità sanitarie periferiche siano armonizzate e coordinate a livello centrale, al fine di ottenere provvedimenti omogenei per tutte le squadre e tutte le aree del paese. Spiace infine per i nostri tifosi al seguito della squadra, che sono stati raggiunti dalla notizia del rinvio a pochi chilometri da Lecce e che si sono sobbarcati inutilmente tantissime ore di viaggio per sostenere la squadra, ai quali va tutto il nostro sostegno. Per loro e per le squadre incappate in situazioni di rinvio improvviso delle gare, la società si renderà parte attiva per l’istituzione presso la Lega di un fondo di ristoro dei costi sostenuti al fine di attenuare i disagi subiti“.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.