Tempo di lettura: 2 minuti

FERRARA – Il tecnico Marco Baroni commenta così il 3-1 colto in trasferta dal suo Lecce in casa della Spal che vale il momentaneo secondo posto in solitaria in classifica dei giallorossi: “Nella partita con la Ternana si erano concentrati una serie di episodi che hanno determinato quel 3-3. La squadra comunque sta facendo bene ed oggi mi è piaciuto il piglio della mia squadra contro una Spal sempre in pressione. La considero una vittoria importante, su un campo difficile, contro un avversario che ha valori tecnici importanti e alla lunga li dimostrerà. Nonostante ciò, siamo venuti qui con autorità e personalità in una tappa di un campionato equilibrato in cui dovremo sempre avere fame e voglia di crescere senza guardare alla classifica. Dopo un periodo in cui avevamo subito pochi gol sono arrivate le reti con la Ternana e quella di oggi. Dopo i troppi elogi per una difesa diventata impenetrabile avevo suonato i campanelli di allarme ma sono rimasti inascoltati e abbiamo inanellato una serie di errori. Per lo meno non abbiamo perso ma dobbiamo subito lasciarci questa partita alle spalle e, in questo momento, aldilà delle vittorie mi interessa la prestazione e quella di oggi è stata importante. Non siamo una squadra che sa gestire la partita per caratteristiche dei singoli e di squadra. Dobbiamo correre tanto in avanti e più mettiamo in difficoltà l’avversario. Abbiamo degli attaccanti bravi che vanno supportati e su questo lavoriamo molto in settimana. Strefezza? Sono molto contento di lui perché interpreta un ruolo che non aveva mai coperto. Quando seppi che c’era la possibilità di ingaggiarlo ero molto soddisfatto perché ha tutto per crescere ulteriormente ed è un ragazzo che merita. A Ferrara lo avete conosciuto bene sia in A che in B ma mi interessa la crescita del gruppo più di quella del singolo. La Reggina? Conosco bene i suoi giocatori e so che sarà durissima, perciò dobbiamo subito voltare pagina e preparare al meglio la prossima. Coda titolare sabato? Massimo aveva accusato un affaticamento e non una lesione, ma va tenuto sotto controllo. Aveva voglia di giocare e l’ho messo in campo per uno spezzone nonostante Olivieri avesse disputato un’ottima prestazione così come le precedenti due. Abbiamo un’alternativa in più in attacco e questo è un bene“.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.