Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE – Nel dopo-gara di Lecce-Cosenza in sala stampa si è presentato anche il presidente giallorosso Saverio Sticchi Damiani che ha voluto porre l’accento in particolare sulle poche presenze allo stadio: “La squadra va aiutata dal pubblico. Ringrazio i soliti 6000 che sono sempre presenti al Via del Mare. Ma ora lo stadio è desolatamente vuoto e non è una bella sensazione. Per 90′ ogni domenica si sentono rumorose le tifoserie ospiti; in questo momento ci sentiamo un po’ soli. Lo chiedo a tutti, nessuno escluso, compresi i tifosi della Curva Nord anche se non entro nelle loro decisioni. La squadra si impegna. Il Lecce merita il sostegno della piazza. I ragazzi ci dicono che si aspettavano uno stadio con ventimila spettatori. Vorrei mettere in atto una politica di prezzi più bassi ed ingressi più facili, ma sarebbe bello che il Via del Mare tornasse a essere il Via del Mare. Già dalla prossima gara studieremo delle iniziative, capiamo che green pass e la mancanza di abbonamenti condizionino, vedremo perché non si è ancora concordato nulla”.

Il numero uno del club di via Costadura ha poi affrontato altre tematiche, tra cui la gestione dei social da parte dei tesserati: “La società tutta, con l’area tecnica, merita più fiducia nella gestione dei singoli calciatori. Abbiamo parlato per troppo tempo dei singoli, ma per andare in campo bisogna allenarsi e meritarlo con allenamenti e comportamenti. C’è intransigenza totale sui social usati dai calciatori per dare messaggi criptici e destabilizzare l’ambiente. Qualcuno quest’anno l’ha imparato o l’ha ereditato da qualcuno che era qui l’anno scorso… Questa regola vale per tutti e se qualche giocatore paga multe, sanzioni e con meno minutaggio, questo è il prezzo necessario in una rosa composta da calciatori giovani. Bisogna avere comportamenti in linea con l’U.S. Lecce. Bjorkengren oggi ha giocato, ha segnato ed è felice. Rappresenta lo spirito dell’U.S. Lecce. Non ci sono simpatie ed antipatie e la piazza ci deve dare una mano per questo. Oggi la partita ha segnato la nostra compattezza. Giocatori che hanno dovuto mordere il freno sono entrati in modo positivo e sereno, con una grande condizione atletica. Merito a mister, staff e ai ragazzi”.

Poi Sticchi Damiani guarda subito al futuro ed al mercato di gennaio: “Sabato sarà una gara importante contro un Parma che vuole stracciare il campionato, ma la Serie B di quest’anno è complicata per tutti. Affronteremo la sfida con umiltà, ma vorremmo giocarla in una degna cornice di pubblico. Per me non sarà un mercato condizionato da queste situazioni di cui ho parlato. Se c’è un metodo anche duro i giovani saranno indirizzati sulla giusta via. Mi viene da sorridere quando sento dire in giro che siamo noi a indurre a cambiare aria a qualche calciatore. Serve allinearsi alle linee guida del club, noi saremo intransigenti, soprattutto quest’anno che c’è un gruppo meraviglioso. Il Lecce non ha regole diverse da altri club”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.