Tempo di lettura: 2 minuti

TOKYO – Sconfitta al tie-break per l’Italvolley che esce dai Giochi Olimpici di Tokyo 2020 sconfitta dall’Argentina con il risultato di 2-3. Un’uscita di scena che lascia l’amaro in bocca ai tifosi azzurri che stamane hanno sofferto per i due KO delle Nazionali maschili di basket e pallavolo che hanno detto addio a queste Olimpiadi. A masticare amaro è soprattutto il tecnico Gianlorenzo Blengini: il coach della selezione italiana deve abbandonare la competizione a cinque cerchi prematuramente rispetto a quanto previsto, dopo che era intravista un’Italia pronta a dare battaglia per una medaglia.

La cronaca:
Il primo set è azzurro e ben giocato dai nostri che chiudono sul 25-21. Nel secondo set rispondo gli argentini che si impongono dopo un tira e molla tra schiacciate, muri e ribattute per 23-25, difendendo alla grande e concludendo il set numero 2 in parità. I colpi di Facundo Conte ed Ezequiel Palacios (al termine dell’incontro segneranno un rispettivo totale di 19 e 18 punti) saranno fondamentali per riuscire a superare la formazione di Blengini (che nel corso della terza frazione di gioco ha tolto Simone Anzani ed Ivan Zaytzev per inserire Matteo Piano e Luca Vettori) nel terzo set vinto sempre dalla selezione sudamericana per 22-25.

Nel quarto set la musica cambia ed arriva la reazione azzurra che, grazie alle giocate di un pazzesco Osmani Juantorena (22) e di un eclettico Alessandro Michieletto (21), porta il risultato sul 2-2, frutto di uno schiacciante parziale di 25-14. Al tie-break gli uomini di coach Marcelo Mendez assorbono l’urto di un ottimo Gianluca Galassi e, dopo che Vettori aveva annullato un match-point sul 12-14, arriva il definitivo colpo del KO da parte di Bruno Lima che firma il 12-15 finale conquistato da un’Argentina straordinaria che sconfigge quindi i favoriti del match e passa in semifinale.

Era dai Giochi di Barcellona 1992 che la Nazionale azzurra di volley non perdeva ai quarti di finale. Il rimpianto è di aver perso contro un avversario abbordabile. Ma i sudamericani si sono rivelati molto più determinanti degli azzurri. Coach Blengini, insieme alla sua squadra, deve tracciare un consuntivo decisamente negativo della partecipazione alle Olimpiadi di Tokyo per la pallavolo italiana, che a Rio 2016 aveva conquistato la medaglia d’argento. Intanto, Osmany Juantorena (top scorer azzurro con 22 punti) ha annunciato il ritiro, affermando nel post-gara su Instagram: “Fa malissimo finire quest’avventura con una sconfitta, ma ci ho messo sempre il cuore quando ho vestito questa maglia. Credo che questo sia il momento di smettere con la maglia azzurra, ma tiferò per sempre l’Italia. Grazie a tutti coloro che sono stati vicino a me. Vi sarò sempre grato per l’occasione che mi avete dato. Ancora, grazie”. L’addio del classe 1985 di Cuba naturalizzato italiano era pronosticabile, ma lascia comunque un ulteriore alone di tristezza misto a delusione.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.