Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – La giunta comunale di Lecce ha approvato la proposta di sperimentazione di servizi di fruizione turistica su soluzioni innovative e nuove tecnologie (realtà virtuale e realtà aumentata) presso l’infopoint turistico comunale di Piazza Sant’Oronzo per dodici mesi. La proposta è giunta da Visionary, start up composta da un team di giovani archeologhe con competenze ICT. Lungo un itinerario che include il mosaico della Lupa, l’Orologio delle meraviglie e l’Anfiteatro Romano, cittadini e turisti potranno fruire di contenuti in realtà aumentata e di contenuti audiovisivi extra che raccontano le storie legate ai tre beni culturali, interagendo attraverso tablet e visori che ne ampliano la percezione, per una esperienza culturale innovativa.

Per l’Anfiteatro, in particolare, è stato realizzato un contenuto in realtà virtuale fruibile attraverso visori Oculus go, con i quali l’utente sperimenta la sensazione di trovarsi all’interno del bene archeologico. Due riprese a 360° consentono di ammirare i resti dell’Anfiteatro come si presenta oggi. Una ricostruzione storica in 3D della struttura romana riporta poi l’utente indietro nel tempo per fargli rivivere gli spettacoli che si svolgevano al suo interno. La mission di Visionary è aiutare gli utenti a rapportarsi al patrimonio culturale con modalità non formali che stimolino tutti i sensi, compreso quello dell’immaginazione, e che siano capaci di instaurare un rapporto attivo e diretto tra il fruitore e il patrimonio culturale.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.