Tempo di lettura: 2 minuti

FOLGARIA – Arrivano da Folgaria le considerazioni a caldo di mister Marco Baroni sul terzo impegno amichevole del suo Lecce finito 0-0 contro il Legnago e sulla stesura dei calendari della Serie B 2021/2022. Il tecnico toscano ha così parlato del pareggio contro la formazione veneta di Serie C: “Nel primo tempo ho visto delle cose buone. Abbiamo cercato la riconquista del pallone sulle transizioni avversarie. La squadra è sempre rimasta corta nelle distanze. Il test arrivava anche a chiusura di un ciclo di lavoro molto intenso, svolto fino a questa mattina e sono contento che non ci siano neppure dopo questo impegno infortunati. Se devo trovare qualcosa in cui migliorare è una maggiore ricerca della verticalizzazione, cosa sulla quale lavoriamo in ogni seduta. Dobbiamo essere bravi a riconoscere le situazioni in cui affondare senza indugiare troppo sul possesso palla. Alcuni giocatori con problemi di sovraccarico sono rimasti a riposo per non rischiarli. L’11 iniziale? Ho fatto giocare Vera a destra perché lì abbiamo un’assenza specifica in quel ruolo. Ero inoltre curioso di vedere Hjulmand che mi sta convincendo sempre più schierato come oggi. Ci sono giocatori che sentono di più i carichi di lavoro e stentano a chiudere l’azione negli ultimi sedici metri. I giovani? Sono interessanti. Sono rimasto favorevolmente sorpreso da loro perché hanno qualità e su di loro si può investire per il futuro“.

Parlando poi del calendario che vedrà il Lecce giocare quattro delle prime sei gare in trasferta e con tre big-match contro Benevento, Crotone e Cittadella, Baroni ha commentato: “La trovo una cosa positiva perché questa squadra dovrà andare a giocare con coraggio e determinazione su tutti i campi. Oramai non c’è più differenza tra casa e fuori anche se poi in casa, se potremo contare sul calore del nostro pubblico, ne troveremo certamente giovamento, ma sul piano dell’atteggiamento non deve cambiare niente. In questo campionato ci sono tante squadre blasonate che stanno investendo e che daranno vita ad una sorta di A/2. Prendiamo il calendario pensando gara dopo gara. La Cremonese avversario speciale perché sono un ex? Io lavoro con umiltà e rispetto e preparo tutte le gare allo stesso modo. Non vedo l’ora di giocare con il supporto dei nostri tifosi al Via del Mare: quella sarà una bellissima emozione e potremo tornare a fare calcio come tutti vogliamo. Samo ambiziosi e vogliamo far bene ma senza presunzione, lavorando a testa bassa”.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.