Tempo di lettura: 2 minuti

LONDRA – Dopo 63 anni, nuova vittoria ai rigori per l’Italia che supera 4-3 l’Inghilterra e conquista il suo secondo titolo continentale grazie alle prodezze di Donnarumma che para due penalty e rimedia agli errori di Belotti e Jorginho. Successo meritatissimo degli Azzurri che rimontano lo svantaggio iniziale e portano i britannici a giocarsi la coppa attraverso la lotteria dei tiri dagli 111 metri. L’esaltante cammino dell’Italia ad Euro2020 viene coronato da questa vittoria in finale che fa piangere di gioia il CT Roberto Mancini e tutto il suo staff. Un successo che cancella il brutto ricordo cella mancata qualificazione ai Mondiali del 2018 che consegna alla storia un gruppo di amici prima che di calciatori.

Pronti, via l’Inghilterra trova subito il vantaggio al 2′ con un tiro ravvicinato di Shaw bravo a sfruttare lo spazio concessogli in area di rigore da Di Lorenzo. Gli Azzurri accusano il colpo e stentano a creare occasioni per pareggiare. Il solo Chiesa impegna il portiere Pickford con un paio di conclusioni su azione personale.

Il secondo tempo vede l’Italia cambiare interpreti. Il CT Roberto Mancini manda in campo Cristante e Berardi al posto di Barella e Immobile alquanto in ombra. L’Italia cresce e al 67′ è Leonardo Bonucci a trovare il meritato pareggio con un tocco sotto misura he riporta il match in equilibrio. I padroni di casa barcollano e rischiano di capitolare, ma la nazionale tricolore non riesce a dargli il colpo di grazia. All’87’ Chiesa si fa male ad una caviglia e deve abbandonare il campo. Le squadre vanno ai supplementari per la seconda volte di fila (le semifinali contro Spagna e Danimarca). All’extra-time Italia ed Inghilterra provano ad evitare di andare ai calci di rigore, ma le porte di Donnarumma e di Pickford restano blindate e ci si deve affidare ai tiri dal dischetto per decidere chi avrebbe alzato la coppa.

Berardi calcia per primo e spiazza il portiere inglese. Kane si presenta sul dischetto e supera Donnarumma che pure aveva intuito l’angolo. Belotti è il secondo rigorista azzurro ma Pickford para la conclusione. Maguire calcia imparabile e porta in vantaggio la sua nazionale. Bonucci si ripete anche dagli 11 metri, quindi tocca a Rashford tentenna e colpisce il palo. Per l’Italia Bernardeschi tira centrale ma segna, quindi Donnarumma ipnotizza Sancho e gli para il tiro. Il rigore decisivo è di Jorginho che fallisce il primo matchball. Arriva il turno di Saka che calcia e Donnarumma regala all’Italia il suo secondo titolo europeo.

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.