Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Con la promozione dell’Alessandria attraverso i playoff di Lega Pro si è completata la griglia delle 20 reginette che daranno vita al prossimo campionato di Serie B 2021/2022. I piemontesi dell’ex leccese Ciccio Cosenza si sono infatti aggiunti a Como, Ternana e Perugia che avevano conquistato l’accesso alla Cadetteria attraverso la promozione diretta. A loro si aggiungono poi le tre retrocesse dalla Serie A Benevento, Crotone e Parma che si presentano ai nastri di partenza con lo scomodo ruolo di aspiranti all’immediato ritorno in massima categoria.

Scendendo nel dettaglio, balza subito agli occhi il dato che indica come siano appena 4 le società del Sud Italia rappresentate (Lecce, Crotone, Reggina, Benevento). Questa la lista delle partecipanti Regione per Regione:

  • FRIULI – Pordenone
  • VENETO – Vicenza, Chievo Verona, Cittadella
  • LOMBARDIA – Cremonese, Como, Brescia, Monza
  • PIEMONTE – Alessandria
  • EMILIA ROMAGNA – Parma, SPAL
  • TOSCANA – Pisa
  • UMBRIA – Perugia, Ternana
  • MARCHE – Ascoli
  • LAZIO – Frosinone
  • CAMPANIA – Benevento
  • PUGLIA – Lecce
  • CALABRIA – Crotone, Reggina

Sarà dunque la Lombardia la Regione più rappresentata grazie alla contemporanea presenza di Cremonese, Como, Brescia e Monza. Segue il Veneto, nonostante la promozione in A del Venezia, che mantiene 3 slot con Cittadella, Chievo Verona e Vicenza. Due club a testa per la new entry Umbria (Perugia e Ternana), che insieme ad Emilia Romagna (Parma e SPAL) e Calabria (Crotone e Reggina), mentre Piemonte, Friuli, Toscana, Marche, Lazio, Campania e Puglia avranno una sola rappresentante a testa. Ben 8, invece, le Regioni d’Italia senza una società partecipante al prossimo campionato di Serie B sono invece Valle d’Aosta, Liguria, Trentino Alto Adige, Abruzzo, Molise, Basilicata, Sicilia e Sardegna.

Commenti