Tempo di lettura: 3 minuti

LECCE – Via libera all’accordo di rete fra Tria Corda Onlus – promotrice e capofila del progetto legato alla realizzazione del Polo pediatrico del Salento – e le organizzazioni di volontariato e le associazioni che entrano formalmente a far parte della rete. Gli aderenti e i partner interessati al progetto hanno sottoscritto questa mattina il documento – redatto a titolo volontaristico dall’avvocato Cristian Primiceri – grazie al quale è stata costituita la “Rete sociale SoloxLoro“. L’obiettivo è quello di collaborare reciprocamente per la realizzazione, l’avvio, la promozione ed il sostegno di un Polo Pediatrico nel Salento.

Una collaborazione completa che consentirà di mettere in campo una serie di iniziative che vedranno come protagonisti i bambini. In particolare, è prevista la progettazione di percorsi ed ambienti ospedalieri a misura di bambino, anche in applicazione della Carta dei Diritti del bambino e dell’adolescente in ospedale; il supporto al miglioramento della qualità dell’accoglienza per i bambini e le rispettive famiglie; il supporto allo sviluppo dell’attività di ricerca sulla tematica del bambino ospedalizzato, con particolare riferimento alle problematiche psico-pedagogiche; il sostegno alla formazione del personale ospedaliero e territoriale operante nell’ambito della rete pediatrica; la promozione delle attività di ricerca scientifica svolte nell’ambito del Polo pediatrico; la raccolta fondi e connessa attività di marketing finalizzate alla promozione e valorizzazione del Polo pediatrico; lo sviluppo di iniziative di promozione e radicamento del Polo Pediatrico sul territorio, anche attraverso attività di comunicazione sia con canali tradizionali (stampa, televisione, radio), che telematici (siti web, social network).

All’iniziativa hanno preso parte il presidente di Tria Corda Onlus, Antonio Aguglia, e i referenti della rete SoloxLoro. “Questo accordo – ha spiegato Aguglia – rappresenta un altro passo significativo verso la realizzazione del Polo pediatrico del Salento. Un sogno  che potrebbe diventare presto realtà, a patto che tutti remino nella stessa direzione. Avere al nostro fianco tante associazioni ci dà la forza per proseguire in quella che si è trasformata in una vera e propria battaglia per sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema di grande importanza e conferma, al tempo stesso, la bontà della nostra iniziativa e di un progetto che oramai è entrato, a buon diritto, nel cuore di tutti i salentini. Ora, però, è giunto il momento di una decisa accelerazione per dare sostanza al progetto. Ecco perché ci aspettiamo riposte concrete da parte dei rappresentanti politici e istituzionali del nostro territorio”.

Un ruolo significativo lo avranno gli studenti che da tempo sono in campo per sostenere il progetto del Polo pediatrico del Salento. Le scuole del Veliero Parlante da molti anni collaborano con Triacorda e SoloxLoro nell’ambito della Legal Factory, le nostre iniziative di cittadinanza – sottolinea la professoressa Ornella Castellano, coordinatrice della rete Il Veliero Parlante – Per noi significa realizzare proposte didattiche attraverso la metodologia del Service Learning che coniugano l’apprendimento autentico dei principi della cittadinanza attiva con la pratica laboratoriale per la realizzazione dei manufatti. Ora abbiamo in corso i laboratori di origami e Un polo di giornalisti, il laboratorio di scrittura creativa. L’auspicio è che i nostri giovani volontari vedano presto la realizzazione del polo pediatrico. Un Salento migliore lo dobbiamo a loro e per esso continueremo ad essere operosi testimoni”.

“La giornata odierna potremmo definirla storica – aggiunge don Gianni Mattia, responsabile dell’associazione Cuore e Mani aperte – perché finalmente viene siglato l’accordo tra tutte le associazioni aderenti alla Rete solidale ‘SoloxLoro’ che si prefigge lo scopo di realizzare il Polo Pediatrico del Salento, attraverso la sensibilizzazione dell’opinione pubblica e la conseguente presa di coscienza dei decisori politici. Tra i primi obiettivi quello di implementare un Pronto Soccorso Pediatrico e una Terapia Intensiva Pediatrica di almeno quattro posti; nonché la nomina dei direttori responsabili delle Unità Operative pediatriche del Presidio ospedaliero ‘Vito Fazzi’ di Lecce”.

I firmatari della “Rete sociale SoloxLoro” sono Tria Corda, AMA – Adozione Minori Affido, Alessia Pallara, Mabasta, ECOisti, Repubblica Salentina, Figli in Paradiso ali tra cielo e terra, Avvocati per i Diritti Umani, Associazione Cuore e Mani aperte, APMAAR – Associazione nazionale persone con malattie reumatologiche e rare, Il filo di Andrea, Il Veliero Parlante, #73041 e l’associazione Michela, l’Angelo Farfalla.

Commenti