Tempo di lettura: 1 minuto

MONZA – Si ingrandisce il polverone sollevato dalla “gita” in Svizzera di alcuni calciatori del Monza rendendo incandescente il clima attorno alla ripresa del campionato di Serie B per il rush finale che determinerà le promozioni in A. Se per la AST Brianza i tesserati in questione che risultassero negativi ai tamponi potranno scendere regolarmente in campo contro Salernitana e Lecce nelle prossime due gare che attendono i biancorossi, per la tifoseria granata rappresentano un problema da non sottovalutare.

Ovvio che la posta in palio stia esacerbando goli animi, ma dal capoluogo campano giunge notizia di una PEC inviata dal Salerno Club 2010, attraverso il presidente Salvatore Orilia, rivolto ai responsabili di Ats Brianza e Milano, al sindaco di Salerno in qualità di Autorità Sanitaria Locale, alla Asl di Salerno e, per conoscenza, al locale Comando Provinciale dei Carabinieri in cui si chiede di conoscere le “determinazioni in merito a tale vicenda per la tutela e la salvaguardia dell’interesse pubblico alla salute oltre per assicurare il rispetto della normativa vigente anti-Covid”.

Commenti