Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Potrebbe ormai essere solo una questione di ore la definitiva cessione di Filippo Falco alla Stella Rossa di Belgrado. Il club serbo avrebbe infatti alzato l’offerta iniziale di un milione di Euro, avvicinandosi a quella di 1,5 milioni richiesta dal Lecce per lasciar partire il suo numero 10 (in scadenza di contratto il 30 giugno 2022) come concordato ad ottobre nell’incontro avuto in sede con il suo procuratore.

Su Falco ci sono gli occhi di diversi club italiani, su tutti Bologna, Parma e Sassuolo. I neroverdi hanno proposto al Lecce la formula del prestito con obbligo di riscatto al termine di questa stagione ma da via Costadura è arrivato un secco no a tale ipotesi. Pantaleo Corvino preferisce monetizzare subito la partenza del fantasista tarantino e incassare denari sonanti da reinvestire sul mercato per cercare, a quel punto, almeno un altro attaccante per completare la rosa a disposizione di mister Corini.

La nuova offerta avanzata dalla Stella Rossa di Dejan Stankovic è pertanto, al momento, l’unica che soddisfa le attese della società salentina. Si sta trattando e, se l’affare andrà in porto a breve, per Falco non si proporrà il dubbio se farà parte o meno dell’11 che domenica sfiderà la capolista Empoli in cui il Lecce sarà privo dello squalificato Coda, con Pettinari e Rodriguez ancora indisponibili ed il solo Stepinski certo di una maglia da titolare.

Commenti