Tempo di lettura: 1 minuto

 

LECCE – È stata sottoscritta da oltre 10mila persone, tra cui molti cittadini e persone legate a diversi ambiti artistici di Lecce e della Puglia, la petizione lanciata dal Presidente dell’Agis (Associazione Generale Italiana dello Spettacolo) Carlo Fontana con cui chiede “una sana ripartenza della musica dal vivo”: la sottoscrizione è aperta sul portale change.org, la piattaforma più utilizzata al mondo, ed è un grido di allarme di un comparto fermo ormai da quasi un anno, salvo qualche rara eccezione durante l’estate.

La richiesta è che questi luoghi della cultura e di musica riaprano, dato che le sale da concerto ed i teatri italiani, dopo aver recepito le doverose disposizioni dovute all’emergenza sanitaria, si sono dimostrati tra i luoghi più sicuri e controllabili in cui è possibile evitare ogni forma di assembramento. La petizione è stata firmata da tutti i componenti della Camerata Musicale Salentina, tra cui il presidente Gaetano Schirinzi ed il direttore Organizzativo Bianca Maria Dell’Erba, e rilanciata anche dall’associazione musicale sulla propria pagina Facebook ufficiale.
Sono ben 108 le associazioni scese a supporto dell’appello lanciato dall’Agis: “È importante ricordare che la più capillare attività di diffusione e divulgazione della musica come linguaggio di cultura, memoria e sprone creativo vive ovunque in un paese così territorialmente articolato come quello italiano grazie alle associazioni musicali come la Camerata che, con la loro paziente attività, rendono possibile la bellezza in ogni angolo dello stivale, tenendo viva la nostra solida tradizione di musica strumentale colta, coltivando un pubblico ampio ed organicamente diffuso sul territorio, dialogando con le istituzioni locali e mantenendo un rapporto costante con scuola e società civile. Inoltre, un imponente numero di lavoratori del settore, artisti e operatori, sono stati abbandonati al loro destino”.
Commenti