Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Pasquale Bruno, ex difensore del Lecce, ha espresso le sue opinioni sul ritorno in giallorosso di Pantaleo Corvino. In un’intervista pubblicata sul Nuovo Quotidiano di Puglia, spiega perché, secondo lui, i leccesi sarebbero potuti rimanere in Serie A se il talent scout salentino fosse stato al timone dell’area tecnica giallorossa, ruolo già egregiamente rivestito in passato.

MELUSO? POCA ESPERIENZA – “Per me quella di riportare Corvino al Lecce è stata una scelta poco discutibile. Non voglio imputare particolari responsabilità al vecchio diesse Meluso ma, secondo me, se in A quest’anno ci fosse stato il dirigente vernolese non saremmo retrocessi perché la sua navigata esperienza in un calcio di alto livello avrebbe fatto la differenza”.

CORVINO-LECCE, SCELTA GIUSTA “Magari per lui lavorare a Lecce è più difficile e delicato che altrove, ma anche molto più appassionante e lui è abituato a gestire certe situazioni. In più conosce Liverani che ha avuto a Firenze da calciatore. È l’uomo giusto per il Lecce, la cui proprietà vuole avere un riferimento sicuro e carismatico grazie al quale poter puntare lontano”.

Commenti