Tempo di lettura: 3 minuti

LECCE – Mancano solo poche ore a Lecce-Parma, ultima battaglia della stagione per i giallorossi ancora alla ricerca della permanenza in massima divisione, anche se gran parte del destino degli uomini di Fabio Liverani è in mano al Verona, avversaria del Genoa, che avanza di una lunghezza i salentini e con il bonus non da poco degli scontri diretti a favore.

Il Lecce si è scontrato con i ducali al “Via del Mare” per 24 volte, con un bilancio di 7 vittorie, 8 pareggi e 9 sconfitte. In Serie A si registra un solo trionfo da parte dei giallorossi, oltre a 5 pari e 4 KO. Invece, in Serie B lo score è migliore: 5 volte i salentini hanno centrato i tre punti, mentre in 3 occasioni i ducali sono tornati vincitori dalla trasferta leccese. Infine, in Serie C si conta una vittoria a testa.

LECCE-PARMA 3-2 (Serie B, 1987/’88) – All’ultima giornata del campionato, il 16 giugno 1988, i padroni di casa devono battere il Parma per tornare in Serie A dopo la cocente delusione degli spareggi dell’anno prima. In un “Via del Mare” gremito e festante la squadra di Carletto Mazzone s’impone 3-2 grazie ai gol di Baroni (57′), Pasculli (72′) e Panero (77′), a cui vanno aggiunte quelle dei crociati Di Nicola (65′) e Gambaro (79′).

LECCE-PARMA 1-0 (Serie A, 1990/’91) – Dopo la salvezza ottenuta l’anno prima, arriva uno Zibì Boniek alle prime esperienze da allenatore, che prese il posto di Mazzone e che decise di rivoluzionare la formazione salentina orfana di Beto Barbas ma con un Antonio Conte e un Checco Moriero ormai pronti per diventare grandi giocatori. Era il Lecce di Mazinho che contro il Parma vinse 1-0 con rete di Paolo Benedetti al 59′. Quella vittoria non cambierà però le sorti del Lecce che, dopo un girone di ritorno sottotono, chiuse 15º e fu retrocesso.

LECCE-PARMA 1-2 (Serie A, 2000/’01) – I leccesi incrociano un ottimo 11 gialloblù reduce da una Coppa Uefa ed una Coppa Italia vinte e con in organico nomi del calibro di Buffon, Thuram, Appiah e Mboma. I giallorossi passano per primi in vantaggio grazie alla rete di William Viali, ma agli ospiti bastarono 6 minuti per trovare il gol del pareggio  subito per mano di Savo Milosevic, con Cristiano Lucarelli che si fece mandare anzitempo sotto la doccia dall’arbitro, appena dopo la prima rete crociata. La rimonta ducale si completerà esattamente venti minuti dopo, grazie al raddoppio del camerunese Patrick Mboma.

zeman allenatoriLECCE-PARMA 3-3 (Serie A, 2004/’05) – Tra le tante sfide giocate nel Salento merita una menzione quella del 29 maggio 2005 quando sulla panchina leccese sedeva Zdenek Zeman. All’ultima giornata (come oggi…) erano gli emiliani a giocarsi la permanenza in A. I salentini erano invece reduci da una stagione in chiaroscuro. Fu una gara di paure veleni e sospetti. Ad aprire le marcature fu Morfeo (22′), poi pareggiò Pinardi (30′) e vantaggio leccese con Vucinic (41′), ma al 43′ arrivò il momentaneo 2-2 di Bresciano, poi al 47′ il 3-2 a firma di Dalla Bona e infine al 56′ il definitivo pareggio di Gilardino. Negli ultimi minuti, sul risultato che accontentava entrambe le squadre, i 22 in campo praticamente si fermarono. Il pubblico leccese non condivise quell’atteggiamento e neppure Zeman che, contrariato, seguì la parte finale del match da dietro la sua panchina.

LECCE-PARMA 1-2 (Serie A, 2011/’12) – L’ultimo confronto tra le due compagini risale al famigerato campionato della retrocessione dapprima in B sul campo e poi in Lega Pro a tavolino per la presunta combine nel derby Bari-Lecce 0-2. I giallorossi di Serse Cosmi ressero un tempo prima di cadere sotto i colpi di Giovinco (67′) e Paletta (78′) a cui rispose Nenad Tomovic (83′).

Commenti