Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE – In terra salentina Lecce e Fiorentina si sono affrontate in tutto per 18 volte. Il conteggio include 13 sfide giocate in Serie A (5 vittorie giallorosse, 6 pareggi e 2 vittorie ospiti), 2 in Serie B (2 vittorie leccesi), 3 in Coppa Italia (2 vittorie per la Fiorentina e un pareggio). In totale, 20 le reti segnate dai padroni di casa e 21 dai gigliati.

Il primo Lecce-Fiorentina disputato in A risale al 26 gennaio 1986 e vide il successo per 2-1 per i giallorossi. Alla rete iniziale del viola Battistini (8′), risposero Pedro Pablo Pasculli (67′) e Alberto Di Chiara (85′). Quest’ultimo, pochi mesi dopo, fu acquistato dalla Fiorentina. In totale, il bilancio degli incroci tra le due squadre è di 35 gare, con 11 vittorie giallorosse, 11 pareggi e 13 sconfitte, con 31 gol fatti e 50 subiti.

L’ultima vittoria in Serie A della Fiorentina a Lecce è del 5 maggio 2012. Sulla panchina viola c’era Vincenzo Guerini appena subentrato a Delio Rossi esonerato per la lite di pochi giorni prima con Ljajic durante Fiorentina-Novara. I toscani dovevano vincere per centrare la matematica salvezza. Stessa situazione per il Lecce, terz’ultimo, staccato di 3 punti dal Genoa, a cui servivano i 3 punti per mantenere accese le speranze di salvezza. Un gol di Alessio Cerci al 35′ fece però svanire quel sogno ed i giallorossi di Serse Cosmi a fine stagione retrocedettero in B. In quel gruppo giocavano tanti ex o futuri calciatori viola tra cui Muriel, Cuadrado, Bojinov, Tomovic, Brivio, Blasi, Seferovic e Obodo. Nella Fiorentina c’era invece l’uruguaiano Ruben Olivera, acquistato a gennaio proprio dal club salentino.

A proposito di doppi ex, le due panchine hanno visto ben 6 allenatori condivisi: Eugenio Bersellini, Eugenio Fascetti, Carlo Mazzone, Cesare Prandelli, Alberto Cavasin ed il già citato Delio Rossi. Oltre a Rino Marchesi, Dino Pagliari, Piero Braglia, Pasquale Padalino e l’attuale tecnico Fabio Liverani, questi ultimi due nella doppia veste di calciatori della Fiorentina ed allenatori del Lecce.

Commenti