Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Solo ieri è stato raggiunto un accordo per far ripartire il calcio anche in Italia, ma a poche ore dal vertice col governo ecco che si registrano le proteste tutt’altro che velate di Milan, Juventus ed Inter per quel che riguarda le date della Coppa Italia. Ai tre top club non piace la soluzione di riprendere l’attività agonistica proprio con la disputa delle semifinali della Coppa.

In particolare, a creare malumori è il fatto di dover giocare le semifinali e la finale in appena 5 giorni, ossia tra il 13 ed il 17 giugno. Ecco allora che i nerazzurri di Antonio Conte sarebbero pronti ad inscenare una provocazione: far scendere in campo a Napoli non i titolari, ma la formazione Primavera.

Commenti