sportROMA – Si è svolto oggi pomeriggio in videoconferenza l’atteso confronto tra il Comitato tecnico-scientifico della Protezione Civile voluto dal Governo e la Figc, che la scorsa settimana aveva presentato un proprio protocollo sanitario propedeutico alla ripresa dell’attività agonistica per il mondo del calcio, in particolare della Serie A.

Al centro dei lavori, durati circa due ore, le integrazioni apportate in tema di incolumità per i calciatori e tutti i tesserati. I principali nodi da sciogliere erano gli eventuali nuovi contagi con conseguente quarantena e la possibilità di effettuare più tamponi.

Da quanto trapelato, il Cts ha insistito sul problema delle eventuali positività e sulla difficoltà di fare tamponi in alcune zone. Di qui la presentazione di una relazione al Ministro della Salute, Roberto Speranza.