Tempo di lettura: 2 minuti

NOCIGLIA – Le terre delle antiche Masserie, il territorio boschivo di Contrada Lacco a Muro Leccese e i resti secolari delle opere umane presenti nell’area dell’Unione dei Comuni “Terre di Mezzo” offrono un’ottima soluzione a chi decide di dedicarsi ad un po’ di sport e ad una sana scampagnata in bicicletta. Conciliando attività fisica, natura e storia, la tranquillità insita di questi spazi aperti, il paesaggio salentino concede momenti preziosi per dedicarsi a sé stessi in un posto di pace, isolato dalla vita frenetica dei paesi.

La 5ª ciclo-escursione in Mountain bike del Challenge “Freebike Tour del Salento 2019-2020” ha puntato proprio in questa direzione con lo scopo di trovare un nuovo e forse miglior modo per mantenere viva la memoria di luoghi poco frequentati e di opere dell’uomo nascoste nelle campagne, trasmettendo, divertendosi, un sentimento d’orgoglio per le nostre radici alle nuove generazioni. La ciclogita è stata una bellissima esperienza per un gruppo di 170 bikers provenienti da vari Paesi. L’evento sportivo-culturale è stato organizzato dalla A.s.d. Cicloclub Nociglia in collaborazione con il gruppo Facebook “MTB Salento” e patrocinato dal Comune di Nociglia.

Durante il tragitto i cicloturisti hanno attraversato contrada Farnese, il tratturo Spinelli dell’omonima Masseria tra San Cassiano e Sanarica; sosta per un breve ricompattamento della carovana presso il laghetto artificiale di Sanarica. Proseguendo verso Muro Leccese si è potuto ammirare il grande menhir Croce di Sant’Antonio e le cripte basiliane apportunamente nascoste dalla natura selvaggia. Puntando poi verso Santa Maria di Pompignano il gruppo ha pedalato sulla via vecchia Muro Leccese-Palmariggi, fino a giungere al punto più lontano del giro, ossia il “Monte della Guardia” dove si è fatta una meritata sosta con foto ufficiale e visita alla piccola Chiesa della Madonna del Monte.

Il ritorno è avvenuto sempre per vie secondarie della “Cutura” e dintorni. Il percorso complessivo, lungo circa 40 Km, è stato portato a termine con ristoro finale offerto ai partecipanti, entusiasti per la bella mattinata trascorsa insieme, all’insegna dell’amicizia e della beneficienza a favore della L.I.L.T. di Lecce.

Commenti