Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – A Torino c’è entusiasmo alle stelle per l’avvio di stagione dei granata di mister Walter Mazzarri che sono primi in classifica a punteggio pieno, sia pure in coabitazione con Juventus ed Inter.

Come fatto intendere dal presidente Urbano Cairo, nonostante la delusione per l’eliminazione dall’Europa League contro il Wolverhampton, la società è pronta a prolungare il contratto al tecnico toscano, portando l’attuale ingaggio da 1,8 milioni di euro a due milioni tondi. Il tutto, in attesa di affrontare lunedì sera il Lecce allo Stadio “Olimpico Grande Torino” nel posticipo della terza giornata di campionato.

Nell’ambiente torinista c’è grande fiducia nel bomber Belotti e compagni in vista della sfida contro i giallorossi di Liverani che sono ancora a zero punti dopo due turni. C’è un precedente storico a cui il Torino mira nel faccia a faccia con i salentini: in caso di vittoria il Toro sarebbe primo a punteggio pieno dopo 3 giornate, evento che non si verifica dalla stagione 1975/1976, quella dell’ultimo scudetto granata col compianto Gigi Radice in panchina ed in squadra la coppia-gol composta da Pulici e Graziani.

Tra l’altro, i piemontesi avranno il vantaggio di conoscere l’esito dei match dei bianconeri e dei nerazzurri impegnati rispettivamente con Fiorentina ed Udinese. Di fronte si ritroveranno un Lecce affamato di punti e in cerca di una propria identità tattica ben definita. Nel testa-coda che chiuderà la 3ª giornata della Serie A ci sarà da verificare la condizione generale delle due squadre dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali. Se il Torino ha sconfitto Sassuolo ed Atalanta, i giallorossi hanno ceduto il passo ad Inter ed Hellas Verona.

Commenti