Tempo di lettura: 3 minuti

LECCE – L’Assessorato all’Ambiente del Comune di Lecce, nel riconoscere il valore e la puntuale opportunità degli allarmi e delle preoccupazioni che desta la situazione di via Vecchia Copertino, precisa che la via è costantemente monitorata dall’Ufficio in quanto frequentemente oggetto di abbandono di rifiuti.

A seguito di un recente sopralluogo effettuato da personale dell’Ufficio del DEC, nonché a seguito di segnalazione pervenuta da parte della Polizia Locale, l’Ufficio ha reperito le risorse per un nuovo intervento di pulizia radicale del sito e, a tal proposito, lo scorso 6 settembre, è stata disposta alla Ditta Monteco la rimozione dei rifiuti ingombranti così da poter poi procedere alla pulizia con rimozione di tutti i rifiuti e rifiuti speciali pericolosi e non. L’ntervento è cominciato in mattinata e sarà ultimato nella settimana in corso.

Numerosi gli interventi effettuati negli ultimi anni per la bonifica e la pulizia della via che evidenziano l’ostinata determinazione di chi, continuando a inquinare questa e altre arterie in uscita dal centro urbano, rende necessari periodici interventi e spese straordinarie di pulizia che gravano sul bilancio comunale e sulle tasche dei cittadini. Da gennaio 2018 ad oggi l’ufficio ha disposto alla Monteco – che ha prontamente eseguito – la rimozione di sacchi di rifiuti e/o ingombranti in 9 diverse occasioni, che vanno dal gennaio 2018 ad oggi (22/1/2018, 9/3/2018, 22/3/2018, 13/4/2018, 3/9/2018, 23/10/2018, 1/7/2019, 2/7/2019 e 6/9/2019).

L’Amministrazione comunale leccese ha inoltre sostenuto spese extracapitolato nell’ambito del progetto “bonifica aree periferiche” per interventi più radicali di completa pulizia (anche con rastrellamento dei rifiuti sparsi al suolo) della via in questione nelle date del 20 dicembre 2017, 31 ottobre 2018 e 14 maggio 2019. Negli ultimi 4 anni si è, inoltre, intervenuti ben 7 volte per la rimozione di manufatti in eternit (in alcuni casi anche per ingenti quantità) e l’ultimo intervento in tal senso è stato fatto nel novembre scorso.

I suddetti interventi di pulizia, che comportano risorse aggiuntive per la comunità, sono effettuati a rotazione su tutti i siti del territorio interessati dal fenomeno di abbandono. Chi inquina abbandonando i rifiuti, dunque, causa un doppio danno alla città: dal punto di vista ambientale e dal punto di vista economico. Via Vecchia Copertino, nello scorso anno, è stata anche interessata dal progetto “Quartieri Puliti”, voluto dal sindaco e consistente in interventi di pulizia straordinaria e sistemazione del verde pubblico, effettuati a rotazione su tutti i quartieri cittadini.

Nonostante ciò, la via è ancora oggi meta di abbandono di rifiuti. Una situazione peraltro non diversa da altre arterie periferiche di Lecce che periodicamente vengono ripulite e che, per ovvi motivi, non possono essere tutte interamente coperte da foto e video trappole.

Questa mattina ha avuto inizio l’intervento di rimozione degli inerti da via Vecchia Copertino disposto dall’Ufficio Ambiente la scorsa settimana – ha dichiarato l’assessore all’Ambiente Angela Vallicontiamo di poter restituire completamente decoro alla via che conduce a Rudiae entro la settimana. Nel frattempo continuiamo, attraverso il lavoro di accertamento degli illeciti con il nucleo Dec e le fototrappole ad agire su questa e altre arterie cittadine che sono frequentemente colpite dal fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, un lavoro del quale presto daremo conto pubblicamente. Ringrazio quanti nel mio assessorato sono impegnati quotidianamente nella prevenzione, accertamento e repressione dei reati ambientali. Ci troviamo talvolta a fare la fatica di Sisifo, ricominciando daccapo il lavoro che avevamo da poco completato. Ma sono sicura che con la costanza, il coordinamento con altri settori, come l’Ufficio Tributi, la collaborazione con l’azienda Monteco e le iniziative di sensibilizzazione che siamo pronti ad affiancare a quelle comunali già in essere, riusciremo prima a poi a debellare questa piaga che genera vergogna e rabbia in tutti i cittadini onesti”.

Commenti