Tempo di lettura: 2 minuti

LECCE – È stato pubblicato oggi sul portale web del Comune di Lecce il tanto atteso avviso di asta pubblica per ottenere il diritto di superficie dello stadio comunale “Via del Mare-Ettore Giardiniero e delle aree adibite a parcheggio che si trovano davanti alla Tribuna Centrale ed alla Tribuna Est. Il settore Programmazione Strategica, Europa e Cooperazione, Patrimonio di Palazzo Carafa ha dunque provveduto a rendere noti i criteri individuati dopo la stima del valore dello stadio e delle aree di pertinenza allo stato attuale pari a 15.479.221,34 euro.

Le offerte dei soggetti interessati alla concessione trentennale dell’impianto sportivo leccese dovranno pervenire entro le ore 12:00 del prossimo 4 luglio (la seduta pubblica di apertura delle offerte è prevista il 5 luglio alle ore 11 nella sede dell’Ufficio Patrimonio in Piazza Partigiani) secondo le seguenti modalità:

LecceOPZIONE A: prezzo offerto in aumento rispetto a quello posto a base di gara pari ad €5.299.190,68;

OPZIONE B: prezzo offerto in aumento rispetto al canone annuo pari ad € 328.778,66, per la corresponsione “dilazionata” del diritto di superficie, ossia con il pagamento per trent’anni di un canone annuo, costante e posticipato.

L’aggiudicatario, oltre al pagamento di quanto dovuto per l’acquisizione del diritto di superficie, dovrà adempiere anche alla manutenzione straordinaria del complesso, finora a carico dell’Amministrazione comunale. Ma il Comune di Lecce ha anche previsto l’obbligo per l’aggiudicatario di concedere gratuitamente all’Amministrazione (direttamente o attraverso terzi) lo stadio per lo svolgimento di iniziative e/o manifestazioni organizzate o autorizzate dallo stesso Comune per 10 giorni all’anno per l’intera durata della convenzione. In quei giorni si dovrà considerare anche l’utilizzo di Piazzale Rozzi, adiacente alla Tribuna Est, per collocarvi il Luna Park nel periodo che tra il 21 ed il 28 agosto in occasione delle festività patronali. In più, c’è l’obbligo per il concessionario di provvedere allo smaltimento dei rifiuti.

La base d’asta è stata determinata in base alla perizia estimativa prodotta dall’Ing. Pierluigi Morano, Ordinario di Estimo presso il Politecnico di Bari, a cui è stato affidata la valutazione dell’immobile e delle aree pertinenti.

Come si evince dalla documentazione prodotta dal prof. Morano, il costo totale degli interventi di adeguamento strutturale e impiantistico strettamente necessari per il rinnovo del certificato di agibilità e per assicurare all’impianto il possesso dei requisiti minimi infrastrutturali delle Licenze Nazionali per l’iscrizione al campionato di Serie A 2019/’20, ammontano a circa 3.913.506 Euro + IVA. Il costo per una costruzione di un nuovo “Via del Mare” si potrebbe invece aggirare circa sui 26 milioni e 865.000 euro.

bigliettiL’Amministrazione procederà poi ad aggiudicare il bando al concorrente che avrà offerto il rialzo percentuale più alto. A parità di rialzo percentuale rispetto alla base d’asta, il bando sarà aggiudicato al concorrente che avrà scelto il pagamento dell’importo in un’unica soluzione.

Viste queste condizioni, è difficile al momento capire come vorrà muoversi l’U.S. Lecce, il soggetto maggiormente interessato all’interra vicenda, ma che potrebbe scegluiere di non partecipare all’asta ed attendere che la nuova amministrazione Salvemini, appena insediatasi, possa rielaborare la proposta a cifre e condizioni più ragionevoli.

Commenti