Tempo di lettura: 3 minuti

LECCE – Si sta per chiudere la regular season del campionato regionale di calcio a 5. La Serie C/2, nel girone B, vede tra le protagoniste il Futsal Lecce, compagine che quest’anno proverà a giocarsi tutte le chance per il salto di categoria anche con i play-off. Il torneo, infatti, ha visto il dominio incontrastato dell’Itria FC, sorta dalle ceneri del Cisternino che solo pochi mesi fa militava nell’Olimpo della Serie A/1. Dietro alla squadra cistranese, poi, c’è l’Aradeo Calcio a 5, altra realtà salentina giovane ma con tanta ambizione.

L’ultima giornata metterà di fronte proprio Aradeo e Lecce in un derby che, di fatto, celebra la migliore stagione del futsal salentino. I padroni di casa cercheranno di vincere per accedere direttamente alla finale, da giocarsi con la vincente play-off del gruppo A, ma i giallorossi venderanno cara la pelle per contendere fino alla fine il post-season agli aradeini, che comunque si protrarrà con gli spareggi per comporre la griglia da cui attingere per eventuali ripescaggi in Serie C/1.

L’allenatore-giocatore del Futsal Lecce Domenico Bongermino prova a tirare le somme del campionato che volge al termine: Il bilancio sicuramente positivo. Mi piace guardare sempre il bicchiere mezzo pieno, quindi le gioie sono state tante. Siamo al rush finale e per, noi tracciando una linea, è stata una bella stagione. Mi ero prefissato l’obiettivo di entrare tra le prime sei e ad oggi, a due gare dal termine, siamo quarti, oltre le aspettative iniziali. È stato frutto sicuramente di un buon lavoro svolto”.

Dietro la contentezza c’è sicuramente tanta programmazione fatta in simbiosi con la società della famiglia Quarta: “Sono contento in primis per aver costruito e incastrato bene ogni tassello al punto giusto, affinché venisse fuori un grande gruppo che fondamentalmente è stato l’80% dei nostri risultati. Mai uno screzio, mai un comportamento sbagliato. Abbiamo cominciato in 16 e  in 16 stiamo terminando. Sono fiero di ognuno di loro”.

C’è spazio però anche per qualche piccola recriminazione: “I rimpianti? Beh anche quelli non mancano. Qualche punticino perso per strada, sicuramente ci avrebbe permesso di stare forse ancora più su, ma il futsal è così. Ci sono state partite dove meritavamo di più e siamo usciti a mani vuote e partite dove abbiamo fatto bottino pieno meritando di meno. Nel complesso va bene così”.

Sara e Orlando Quarta, dirigenti del Futsal Lecce

Bongermino prova poi a pensare a ciò che verra: “Il futuro è sempre un bel punto interrogativo. Ad oggi ci tengo a chiudere questa stagione nel miglior modo possibile ,poi una volta terminato tutto, ci sarà sicuramente occasione con la società per sedersi a tavolino e ragionarci su. I fattori da valutare saranno tanti ,anche perché la stagione è stata bella pesante, quindi bisognerà farsi due conti e capire bene tante cose. Le spese sono tante e i comuni, purtroppo, non sempre ti vengono incontro. Se ci saranno le condizioni per proseguire ,ben venga, in caso contrario, sarò contento del lavoro svolto fin qui con professionalità”.

Rispetto ad altre zone della Puglia, dove il futsal ormai è una realtà più che affermata, nel Tacco d’Italia si fatica ad accendere i motori salvo le eccezioni di Lecce e Aradeo, presente anch’essa da due anni con ottimi risultati: Purtroppo nel Salento il Futsal si continua a masticare poco. Ad oggi ci sono solo due realtà Figc salentine. È  un peccato perché ormai il calcio a cinque sta prendendo sempre più piede quindi sarebbe bello vedere più squadre nascere in questo territorio”.

Commenti