Tempo di lettura: 1 minuto

LECCE – Tornano oggi, sabato 23 e domani, domenica 24 marzo, le Giornate di Primavera del FAI, il Fondo per l’Ambiente Italiano Si potranno visitare oltre 1.100 siti, molti di solito chiusi al pubblico, in 430 località d’Italia. Il filo rosso che ispira la 27ª edizione della manifestazione è “la bellezza, ponte tra le diverse culture“.

Per l’edizione 2019, la delegazione di Lecce del FAI ha elaborato una proposta varia e originale che prevede l’apertura straordinaria di luoghi speciali a Lecce, Maglie e Nardò.

Queste in dettaglio le aperture straordinarie a Lecce:

Provincia di LeccePalazzo dei Celestini (Via Umberto I). Sabato 9:30-13:30 e domenica 9:30-13:30/15:30-18:30 (ultimo ingresso mezz’ora prima della chiusura). Visite, anche in inglese, a cura degli Apprendisti Ciceroni del Liceo Scientifico “Banzi” di Lecce e del Liceo Classico-Musicale “Palmieri” di Lecce. Interventi musicali a cura degli studenti del Liceo Classico-Musicale “Palmieri”.

Basilica di Santa Croce. Ingresso esclusivo per gli iscritti FAI. Possibilità di iscriversi in loco. Visita dalle impalcature della facciata completamente restaurata nelle giornate di sabato e domenica dalle 9:30-13:30 (ultimo ingresso 12.30). Fasce orarie 9:30/10:30/11:30/12:30. Visite a cura di esperti della ditta Nicolì. È obbligatoria la prenotazione su: http://booking.restaurosantacrocelecce.it/

INIZIATIVE SPECIALI:

Abbazia di Cerrate, sabato 23 marzo, ore 18:00, ospita l’incontro “Il monachesimo ortodosso in Terra D’Otranto. L’Abbazia di Cerrate” con la prof.ssa Isabella Oztasciyan Bernardini.

Chiesa Santi Niccolò e Cataldo (all’interno del cimitero monumentale di Lecce, Viale San Nicola), bene promosso dai volontari FAI. Sabato 23 marzo: ore 9:30-12:30/ore 16:00-18:00. Visite guidate anche al cimitero monumentale, in italiano ed inglese, dagli Apprendisti Ciceroni del Liceo Scientifico “De Giorgi” di Lecce

L’elenco completo di tutti i siti visitabili è reperibile su www.fondoambiente.it

Commenti